Frodi alimentari

domenica
21 gennaio 2018
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
EXPO – Chiude EXPO e italiani fanno pieno di salute con extra vergine, meglio se amaro e piccante PDF Stampa E-mail
Domenica 01 Novembre 2015 16:46  |   Scritto da Redazione
 
Milano – Expo chiude e gli italiani fanno un pieno di salute con l’extra vergine della campagna 2015/2016, soprattutto se amaro e piccante. Fa bene alla salute perché ricco di antiossidanti naturali. La produzione si contraddistingue per buona qualità con punte di eccellente. E’ quanto emerge dagli ultimi due convegni organizzati da Unaprol ad Expo, il 29 e 30 ottobre, per presentare la produzione di eccellenza delle filiere tracciate del Centro Nord e del Centro Sud.
 
In sei mesi di Expo, Unaprol ha spiegato ai consumatori italiani e stranieri come l’olio extra vergine si componga per circa il 98% di trigliceridi e per il restante 2% di composti, detti minori per quantità, ma non certo per importanza. Sono questi composti minori che comprendono più di 230 sostanze appartenenti a diverse classi chimiche. 180 di questi composti volatili sono alla base delle molteplici note aromatiche dell’extra vergine, il fruttato verde, quello erbaceo, il floreale, la mela verde, il pomodoro, la mandorla.
 
Alla frazione dei costituenti minori appartengono gli antiossidanti naturali rappresentati da tocoferoli e sostanze fenoliche idrofile che ricoprono un importante ruolo nella qualità nutrizionale e salutistica dell’extra vergine di oliva come: idrossitirosolo, tirosolo, oleuropeina, demetiloleuropeina, ligustroside e verbascoside. Queste sostanze svolgono un’importante attività antiossidante. Proteggono cioè l’olio dall’insorgere della naturale ossidazione.
 
E’ stato dimostrato, e spiegato ai consumatori che hanno partecipato agli eventi Unaprol ad Expo, che oltre a prolungare la resistenza all’irrancidimento dell’olio e quindi la sua durata nel tempo, tali composti sono importanti nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e possono anche giocare un ruolo decisivo nella prevenzione di alcune forme tumorali.
 
In sei mesi di attività di promozione ed informazione all’esposizione universale di Milano, Unaprol ha realizzato, nell’ambito del suo progetto di cui ai regolamenti UE 611-615/2014, una cinquantina di eventi, tra convegni, degustazioni e presentazione dei vari profili sensoriali degli oli extra vergine di oliva presso l’area attrezzata da Agriexpo, all’ingresso Sud del Cardo di Expo. Coinvolti migliaia tra consumatori ed operatori del settore. Realizzato anche un sondaggio tra i visitatori esteri per conoscere la loro percezione nei confronti dell’olio extra vergine di oliva italiano. I risultati saranno presentati prossimamente alla stampa e alle Istituzioni.
 
 
 

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner