Frodi alimentari

sabato
19 agosto 2017
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Italian sounding
Italian sounding, olio greco venduto come italiano negli USA PDF Stampa E-mail
Venerdì 27 Gennaio 2017 20:06  |  Scritto da Redazione
Su fanpage di oggi, è stato pubblicato il servizio a opera di Giulio Cavalli sulla maxi frode a opera del clan Piromalli.
A quanto è stato riportato il filglio del boss commercializzava   olio di sansa (e/o olio di bassa qualità fatto con gli scarti di lavorazione) come olio extravergine di oliva. 
La fieliera era questa: acquisto di olio in Grecia, lavorazione imbottigliamento a Gioia Tauro e vendita in USA.
 
Controlli dei Nas in cinque caseifici , 4000 forme di grana sequestrate PDF Stampa E-mail
Martedì 15 Marzo 2016 19:33  |  Scritto da Redazione
Controlli dei Nas in cinque caseifici che ha comportato il sequestro di  quattromila forme di grana.
Sono state rispontrate la presenza di  B1   «gruppo 1», cioè: «Agente cancerogeno per l’uomo» che si trova nei foraggie si trasmette agli animali.
Dopo che è  «digerita» dalle mucche, questo  diventa di tipo M1. E finisce nel latte contaminandolo
Il  Latte    come previsto dalla normativa  «distrutto», cosa che non è avvenuta.
Una trentina - tra piccoli allevatori e responsabili di stabilimenti caseari - sono stati iscritti nel registro degli indagati in diversi fascicoli per «adulterazione o contraffazione di sostanze alimentari», non avendo rispettato la norma
 
Scandalo alimentare negli Usa: “Parmesan” il falso made in Italy contiene cellulosa PDF Stampa E-mail
Giovedì 18 Febbraio 2016 19:11  |  Scritto da Redazione
 La FDA mette in guardia gli amanti della pasta e della pizza che il formaggio con l'etichetta "100 per cento Parmesan" è spesso pieno di pasta di legno
 
Il sistema di allerta rapido del Ministero della sicurezza alimentare statunitense  (FDA) segnala la presenza di cellulosa, legno e altri formaggi non meglio precisati in una buona parte del Parmesan Cheese sul mercato. Il “Parmesan” è il grande classico dei prodotti  "taroccati" del genere made in Italy fasulli o «italian sounding», che sembrano tali e invece no, che vanno forte tra i pirati delle vendite alimentari online.  Sulla confezione svettano frasi come “100% real Parmesan cheese”, ma la realtà è ben diversa. È uno scandalo alimentare in piena regola quello che sta tenendo banco in questi giorni negli Stati Uniti. La U.S. Food and Drug Administration, come riporta Bloomberg News, avrebbe infatti scoperto che una buona parte del parmigiano presente sul mercato americano conterrebbe in realtà al suo interno non soltanto un’infinità di altri formaggi non meglio identificati, ma anche tracce di cellulosa e pasta di legno. Un esempio? Nei prodotti della Castle Cheese Inc è stata trovata traccia di mozzarella, emmental e soprattutto cellulosa. Ora Michelle Myrter, ex presidente della società, chiusa nel 2014 per bancarotta, rischierebbe fino a un anno di detenzione e una multa di 100 mila dollari. I formaggi in questione, in ogni caso, non sarebbero presenti in Europa, dove il generico aggettivo “Parmesan”, o parmigiano, non è consentito per indicare surrogati dell’autentico Parmigiano Reggiano Dop. Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, avvisa, a scopo precauzionale, i consumatori, specie gli allergici, che potrebbero acquistare il prodotto “Parmesan” non solo su eBay o sempre via internet, anche su siti stranieri e negozi online come Pet360, Amazon e Walmart. Anche perchè il “Parmigiano Reggiano Italian parmesan cheese”, il falso made in Italy ha anche queste forme, maldestre ma insidiose di acquisto.
 
In Belgio si può vendere la finta Nutella PDF Stampa E-mail
Martedì 16 Febbraio 2016 15:49  |  Scritto da Redazione
 La Choco può essere comemrcializzata.
E' di oggi la notizia che la Choco ( semi splamabile  al cioccolato Belga) può essere commercializzato anche se la sua etichetta è simila ed evoca la mitica Nutella.
 
Anche se la ferrero, casa madre della Nutella aveva denunciato e chiesto ai giudici di attribuire una multa e di evitare la vendita.
Il Tribunale del commercio belga non ha accolto la tesi della Ferrero argomentando (secondo quanto riportato dalla stampa) che Delhaize non «insinua che il cioccolato sia un ingrediente dell’alimento, ma che lo utilizza per indicare il gusto o il sapore che gli attribuisce e che comunque la parola choco non è regolamentata».
 
Cremonini acquisisce Manzotin PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Gennaio 2016 23:13  |  Scritto da Redazione
Per un volta è una marca italaina che acquisisce un competitor, è notizia infatti che la Generale Conserve ( Manzotin), azienda italiana specializzata 
in conserve alimentari, e Inalca, società del Gruppo Cremonini, hanno siglato un accordo che regola la cessione a Inalca della Manzotin.
Pr formalizzare l'accordo è necessario aspettare alla decisione dell'Anti trust che dovrebbe decidere entro un mese
 
Nutella Araba sequestrata PDF Stampa E-mail
Venerdì 15 Gennaio 2016 11:48  |  Scritto da Redazione
Il quotidiano www.metropolisweb.it riporta la notizia di un sequestro, operato da parte del corpo forestale dello stato, di barattoli di nutella araba  così come mostrata dalla foro
il sequestro è avvenuto a Buccino.
Le ulteriori indagini hanno permesso di scoprire che il prodotto era stato rapinato nel Lazio, nel mese di settembre, a un autotrasportatore durante il tragitto dalla fabbrica in provincia di Avellino fino all’area doganale dalla quale sarebbero stati spediti nella penisola araba.
 


<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

tribunapoliticaweb.it

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner