Frodi alimentari

Martedì
20 febbraio 2018
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Educazione alimentare
ni - Etichettatura alimentare: consulenze gratuite fino al 30/6 PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Maggio 2016 13:51  |  Scritto da Redazione
Produrre etichette precise, chiare, comprensibili ai consumatori e perfettamente conformi alle recenti normative vigenti.  Con questo obiettivo (fino al 30 giugno) le aziende potranno senza sostenere alcun costo avvalersi di una consulenza qualificata per l’etichettatura dei prodotti agro-alimentari. Il servizio sarà infatti a carico della Camera di Commercio di Terni che intende supportare le imprese produttrici chiamate ad adeguarsi alla recente evoluzione della legislazione sulla sicurezza e sull’etichettatura dei prodotti alimentari, come il nuovo Regolamento Comunitario, regolamento che ha arricchito la normativa di riferimento, rendendola però di fatto di difficile comprensione per i "non addetti ai lavori”. I prodotti alimentari destinati alla vendita al consumatore devono recare infatti una etichetta che rappresenta uno strumento di comunicazione fondamentale per la corretta informazione del consumatore e per la promozione del prodotto.
“Oggi i consumatori sono molto più attenti a ciò che mangiano - sottolinea il Segretario generale, Giuliana Piandoro - e leggono con maggiore interesse quanto indicato nelle etichette, anche per questo il rispetto delle norme e la corretta informazione sono nodi cruciali nel rapporto fra le aziende e i consumatori-acquirenti e noi con questo servizio di primo orientamento riusciamo a garantire anche alle  imprese che le etichette siano normativamente corrette” . 
Il Regolamento, tra l'altro, ha introdotto diverse novità che riguardano la leggibilità dell'etichettatura (è previsto un corpo minimo per i caratteri utilizzati in etichetta), l'obbligatorietà  della dichiarazione nutrizionale e della eventuale  presenza di ingredienti allergenici.
Il servizio di primo orientamento offerto dalla Camera di Commercio è resa in collaborazione con il Laboratorio Chimico della Camera di Commercio Torino specializzato nello studio della normativa italiana e comunitaria sulla etichettatura alimentare. Le aziende possono inoltrare via mail i loro quesiti con la compilazione di un apposito modulo reperibile nel sito www.tr.camcom.gov.it

 
Giornata Nazionale Mangiasano PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Maggio 2016 13:48  |  Scritto da Redazione
CNA Alimentare aderisce. In trenta piazze italiane arriva “Educare mangiando”
CNA Alimentare aderisce alla Giornata Nazionale Mangiasano, organizzata dagli ambientalisti di VAS (Verdi Ambiente e Società), che si tiene domani 21 maggio in occasione dell’European Obesity Day.
 
Con lo slogan “Educare mangiando”, in trenta piazze italiane, saranno organizzate iniziative, convegni e laboratori per bambini, mercatini di prodotti locali, nutrienti e trasformati in modo artigianale.
 
Il Rapporto Istat 2016 evidenzia come la diffusione del sovrappeso tra bambini e adolescenti in Italia sia tra le più alte d’Europa e di considerevole interesse per le ricadute sulla sanità pubblica nei prossimi decenni.
 
“La Dieta mediterranea rischia l’estinzione proprio nel Paese che le ha dato in natali. Anche in Italia – ha commentato il presidente nazionale di CNA Alimentare, Mirco Della Vecchia - le nuove generazioni stanno assumendo abitudini alimentari in controtendenza rispetto al passato. Il consumo di frutta e verdura è molto limitato, l’olio di palma sostituisce in molti prodotti il nostro extravergine di oliva, mentre è abituale il consumo di merendine, snack ipercalorici e bevande zuccherate. In questo modo si va ad aumentare la spesa sanitaria: le persone in sovrappeso costano fino al 51 per cento in più rispetto a quelle normopeso a causa dell’insorgenza di malattie croniche e degenerative”.
 
CNA Alimentare, in linea con le indicazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità, propone che sia realizzata una campagna educativa nelle scuole sulla corretta alimentazione per sostenere il consumo di prodotti salutari, locali, artigianali e biologici.
 
Per CNA Alimentare, così come con l’adesione alla petizione mondiale per il riconoscimento della Pizza napoletana patrimonio dell’Unesco, partecipare a queste iniziative significa sostenere le produzioni italiane di qualità, segno distintivo delle imprese artigiane, a tutela prima di tutto del consumatore, al quale vanno garantiti prodotti genuini e italiani.
 

 
VENDERE ONLINE IN GIAPPONE: ICE AGENZIA PRESENTA UN MANUALE PER LE IMPRESE PDF Stampa E-mail
Lunedì 02 Maggio 2016 18:46  |  Scritto da Redazione
(Parma, 2 maggio 2016) – Ice Agenzia presenterà a Cibus2016 (a Parma dal 9 al 12 maggio) una indagine sull’e-commerce “Selling to Japan OnLine”, realizzata con l’obiettivo di favorire le vendite italiane di italian food & drink in Giappone tramite i siti di commercio elettronico. L’indagine si presenta come un manuale destinato alle PMI di alimenti e bevande italiani sull'enorme potenziale del mercato "e-commerce" in Giappone - e su come accedervi. L’indagine sarà presentata mercoledì 11 maggio, presso la Sala del Consiglio- Palazzina Uffici, alle ore 16.00.
 
“Il Giappone racconta alcune delle più grandi storie di successo per i brand esteri, in particolare nell'alimentare e in altri beni di consumo – spiegano all’Ice Tokio - La buona notizia è che i giapponesi stanno ora più che mai spostando i propri consumi e la propria spesa sui prodotti enogastronomici di qualità. Con un mercato così irresistibilmente gratificante a disposizione, la domanda chiaramente non è se entrare o meno in questo mercato allettante, ma come entrarvi. Oggi la risposta è chiara. Vendere direttamente ai consumatori giapponesi è un ottimo modo per entrare nel mercato. Se da un lato entrarvi passando attraverso partner locali è un'opzione consigliabile, molte delle imprese straniere di maggior successo in Giappone oggi lo fanno direttamente – e sono anche le più redditizie. Il mercato totale dell’e-commerce nel 2021 avrà un valore di 25.000 miliardi di ¥ (€ 210 miliardi circa), pari al 18% del fatturato retail”
 
“I centri commerciali online conquistano una quota di mercato sempre maggiore – sottolinea l’ICE -  in particolare Amazon. I principali portali stanno guadagnando quote di mercato in molte categorie chiave, riflettendo il carattere "del vincitore piglia-tutto" dell'e-commerce. Allo stesso tempo, il basso costo di ingresso caratteristico del mercato dell'e-commerce ha incoraggiato una miriade di piccole imprese di e-commerce di nicchia. Nella parte alta della classifica, Amazon sta superando Rakuten in termini di numero di operatori. Yahoo aveva difficoltà, ma recentemente ha eliminato le commissioni a carico degli esercenti aumentando sensibilmente di conseguenza il numero degli operatori.
L'e-commerce sta aiutando gli operatori di vendita diretta non-store tradizionali a reinventarsi, in particolare le società di vendita su catalogo e di TV shopping. Si tratta di player importanti nell'e-commerce e rappresentano una buona fonte di fatturato per le imprese estere”.
 
Ice Agenzia collabora con Fiere di Parma all’incoming di buyer esteri nel contesto del progetto di promozione Extraordinary Italian Taste ed ha allestito, all’interno di Cibus, dei desk di assistenza sui mercati esteri per gli espositori interessati a esportare nei Paesi rappresentati (Giappone, Taiwan, Usa, Canada, Cina, Cile).
 

 
Pericolo per allergene non dichiarato: PDF Stampa E-mail
Domenica 24 Aprile 2016 19:36  |  Scritto da Redazione
Pericolo per allergene non dichiarato: nuovo richiamo mondiale dai supermercati dei biscotti danesi della Jacobsens Bakery. L’etichetta non indica la provenienza del latte. La società aveva lanciato un appello simile due settimane fa
Attraverso un avviso pubblicato sul sito web, l'Ufficio federale della sicurezza alimentare tedesco  ha annunciato che è stato disposto un nuovo richiamo mondiale dai supermercati dei biscotti danesi della Jacobsens Bakery. Ancora una volta, segnala Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, i biscotti al cioccolato nei suoi barattoli con i personaggi della Disney, studiati per i bambini, stanno per essere ritirati in Italia e in altri 37 Paesi, perché contengono latte che però non è indicato sull'etichetta e per questo rappresentano un pericolo per le persone allergiche o intolleranti al latte e ai derivati. La società aveva lanciato un appello simile due settimane fa. I biscotti richiamati giovedì 21 aprile sono confezionati in scatole: Disney Mickey Mouse Clubhouse - choc chip cookies 300g, Disney Favourites Vol 2 - choc chip cookies 150g, Disney Favourites Vol 3 - choc chip cookies 150g e Disney Frozen tins - choc chip cookies 150g. Il ritiro ha assunto dimensioni mondiali visto che i biscotti Jacobsens Bakery con le etichette sbagliate sono stati distribuiti in 38 Paesi, tra cui l’Italia. Più precisamente si tratta di: Andorra, Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Egitto, Irlanda, Estonia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Giappone, Kazakistan, Libano, Lituania, Malta, Moldavia, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Oman, Polonia, Qatar, Romania, Arabia Saudita, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Turchia, Ucraina e Gran Bretagna. I consumatori allergici al latte sono però invitati a non consumare il prodotto. I sintomi che potrebbero essere scatenati in caso di allergia includono prurito e gonfiore a labbra, palato e gola, nausea o vomito, crampi e gonfiori addominali, diarrea, flatulenza, orticaria, difficoltà respiratorie e mal di testa. In caso di reazione allergica grave si può avere a che fare con uno shock anafilattico, situazione caratterizzata da seri problemi respiratori e brusche cadute di pressione che può portare anche alla perdita di coscienza. Nel caso in cui compaiano sintomi di questo tipo è importante cercare subito l'aiuto di un medico. In particolare, lo shock anafilattico è una situazione di emergenza che richiede il ricovero ospedaliero e in cui temporeggiare può risultare fatale. Da un punto di vista sanitario si tratta di una non conformità con un elevato indice di rischio per gli allergici o colori i quali presentano un’intolleranza al latte. Mentre non ci sono problemi per tutte le altre persone che possono utilizzare senza problemi il prodotto. L'avviso di ritiro del prodotto è apparso sul sito del Governo tedesco per le allerte alimentari www.lebensmittelwarnung.de. Sul sito del nostro ministero della Salute non c’è ancora alcuna informazione.

 
Al via il congresso dove i grandi chef omaggiano il Bel Paese‏ PDF Stampa E-mail
Lunedì 18 Aprile 2016 20:58  |  Scritto da Redazione
Apre in grande stile la nona edizione de Le Strade della Mozzarella – LSDM – il congresso internazionale di cucina d’autore dedicato ai prodotti simbolo del Made in Italy, in scena presso le splendide sale del Savoy Beach Hotel di Paestum lunedì 18 e martedì 19 aprile.
 
Nella prima giornata di lavori, davanti a una cospicua e partecipe platea di appassionati e operatori del settore, alcuni tra i migliori chef del Bel Paese, e non solo, hanno interpretato ed omaggiato quanto di meglio il paniere agroalimentare italiano è in grado di offrire, Mozzarella di Bufala in primis. Brillanti protagonisti sono stati anche la Pasta di Gragnano, l’olio extravergine di oliva e la Pizza Napoletana.   
 
A strappare applausi e consensi, tenendo fede al tema dell’anno “contaminazioni”, sono stati personaggi di primo piano dell’alta gastronomia, tra i quali Enrico Crippa, Davide Oldani, Matteo Baronetto, Antonia Klugmann, Riccardo Monco, Luigi Taglienti, i pizzaioli Francesco e Salvatore Salvo, gli eclettici Gaetano e Pasquale Torrente; tutti moderati da alcune delle migliori firme del panorama del giornalismo enogastronomico nazionale.
 
Egual successo hanno riscosso i tre lounge del Taste Club: Pasta e Pomodoro, dove il piatto principe della tradizione culinaria tricolore viene declinato secondo la visione della nuova generazione di cuochi campani; Tutti Fritti, con focus su una delle più antiche e “chiacchierate” tecniche di cottura; Cucina dolce, con approfondimento sul dessert nell’alta ristorazione.
 
“LSDM è un congresso dove ad essere protagonisti sono sia i grandi cuochi che la materia prima – dichiara Barbara Guerra, organizzatrice della manifestazione – Gli chef, attraverso la loro tecnica e il loro intuito, rendono omaggio ai grandi prodotti e così facendo ci aiutano a capire e conoscere meglio i segreti delle eccellenze della nostra terra”.
 
Domani, martedì 19 aprile, a dare lustro al Made in Italy saranno principalmente nomi della ristorazione d’avanguardia europea, come Alexandre Gauthier, Magnus Ek, Karl e Rudi Obauer, Ana Roš, Mark Moriarty, Leonardo Pereira, Oriol Castro, Daniel Berlin e Jacques Genin. Ma non mancheranno gli interventi, sempre molto attesi, di altri illustri interpeti della cucina italiana, tra i quali Davide Scabin, Ernesto Iaccarino, Andrea Berton, Gino Sorbillo e Franco Pepe.  
 
 

 
PRESENTAZIONE DI CIBUS 2016 – Parma 9/12 maggio PDF Stampa E-mail
Giovedì 14 Aprile 2016 12:12  |  Scritto da Redazione
18° EDIZIONE DEL SALONE INTERNAZIONALE DELL’ALIMENTAZIONE
 
Mercoledì 20 aprile 2016, ora 11,30
Palazzo Parigi Hotel, Corso di Porta Nuova, 1, Milano
 
 
Intervengono:
 
Gian Domenico Auricchio, Presidente Fiere di Parma
Luigi Scordamaglia, Presidente di Federalimentare
Antonio Cellie, Ceo Fiere di Parma
Elda Ghiretti, Cibus Brand Manager
 
Il Cibus del dopo-Expo: un volano per l’espansione della produzione alimentare italiana sui mercati esteri
Edizione record con 3mila espositori per un’esposizione completa delle eccellenze del food Made in Italy, in tutti i comparti merceologici
Numerose innovazioni di prodotto presentate a Cibus, per rilanciare i consumi interni e per l’export
Nuovi settori espositivi
Il punto sull’andamento dell’industria alimentare italiana
Un forte investimento per l’incoming dei buyer internazionali
World Food Research and Innovation Forum, organizzato da Regione Emilia Romagna e Aster
Cibus in Fabula: un Fuorisalone rinnovato e potenziato
Pianeta Nutrizione a Cibus2016
Il padiglione Expo “Cibus è Italia” ricollocato all’ingresso Ovest della fiera 
 
Segue Light Lunch

 


<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner