Frodi alimentari

Martedì
20 febbraio 2018
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Educazione alimentare
In Francia le scuole con orti per le mense PDF Stampa E-mail
Venerdì 28 Agosto 2015 12:36  |  Scritto da Redazione
La recente legge sulla transizione energetica FRANCESE  obbliga le mense di aziende, scuole, ospedali, case di riposo, a elaborare dei piani contro gli sprechi di cibo,
Ma non è sufficiente, tanto che  Ségolène Royal   la ministra dell’Ecologia e dell’Energia francese ha deciso di lavorare dai più giovani.
Saranno infatti, circa mille le scuole a dotare le loro mense di un piano contro gli sprechi avranno a disposizione un orto, un «angolo della natura» per «sensibilizzare i bambini in modo divertente all’attenzione per i prodotti della terra». Gli alunni avranno la responsabilità di coltivare l’orto aiutati da associazioni degli agricoltori, 
«e nei primi istituti che l’anno scorso hanno cominciato a creare ”l’angolo della natura” si è visto subito che i bambini sono contenti dell’iniziativa

 
Per un giorno i due colossi americani del fast food firmano la tregua. PDF Stampa E-mail
Mercoledì 26 Agosto 2015 14:15  |  Scritto da Redazione
A quanto si apprende Burger King ha proposto a McDonald’s di creare  un hamburger ibrido dai due panini più famosi  (il Big Mac e il Whopper ) e venderlo per un giorno solo in un ristorante prefabbricato assemblato appositamente ad Atlanta, per poi devolvere tutti i ricavati andranno a un’organizzazione che promuove la pace nel mondo.
Burger King ha, infatti,  creato un sito – mcwhopper.com – in cui viene proposta una ricetta per il McWhopper.
 Il panino avrebbe sei ingredienti del Big Mac (compresa la salsa speciale e il formaggio), e sei del Whopper (come la cipolla e i sottaceti). E'  stato inoltre   anche disegnato un prototipo della divisa degli impiegati e della confezione in cui vendere l’hamburger.
Il panino sarà venduto il 21 settembre, che è la Giornata Mondiale per la Pace nel Mondo. Il ricavato dovrà  andare a beneficio di Peace One Day

 
"Manifesto delle criticità in nutrizione clinica e preventiva. Le prime 10 sfide italiane" PDF Stampa E-mail
Martedì 11 Agosto 2015 15:21  |  Scritto da Redazione
Partirà a settembre un tavolo tecnico promosso dal ministero della Salute per individuare le principali problematicità e le possibili contromisure in tema di nutrizione e corretta alimentazione, a cui parteciperanno le società scientifiche, gli esperti, le Regioni. Lo ha annunciato ad Expo Giuseppe Ruocco, direttore generale per l'Igiene e la Sicurezza degli alimenti e della nutrizione del ministero della Salute, che ha partecipato alla presentazione del "Manifesto delle criticita' in nutrizione clinica e preventiva. Le prime 10 sfide italiane", promosso dall'ADI, Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica.
 
Negli ultimi 50 anni - si legge nel documento - i consumi alimentari degli italiani sono radicalmente mutati. e la dieta mediterranea è stata ormai soppiantata da grassi e zuccheri. Il cambiamento dei consumi alimentari e di conseguenza della composizione della dieta, associato a uno stile di vita sedentario, ha avuto un notevole impatto negativo sulla salute: ed ecco allora diabete, ipertensione arteriosa, malattie cardiovascolari e tumori, ma soprattutto obesità.
 
"In Italia ci sono oggi circa un milione di obesi gravi - afferma Ruocco - Tra i bambini con meno di 9 anni, 250mila sono in sovrappeso e 115mila obesi: un problema la cui gestione comporta costi enormi". Altro problema è la malnutrizione calorico proteica, "che non vuol dire fame ma un'alterata assunzione di calorie e nutrienti, dovuta a vari fattori. Interessa un milione e 900mila anziani e 73mila bambini".
 
"Il Ministero - prosegue Ruocco - riconosce l'importanza del tema e la presentazione del Manifesto ad Expo si inserisce perfettamente nel percorso di informazione e formazione del cittadino che portiamo avanti da tempo".
 
"Su impulso del ministro Lorenzin - spiega Ruocco all'AGI - abbiamo infatti promosso questo tavolo, che nel giro di un anno produrrà un documento da sottoporre poi in Conferenza Stato-Regioni. Formazione per gli operatori, informazione per i cittadini, sono tante le iniziative da intraprendere per fare prevenzione e comunicazione su quanto conta una dieta sana e salutare, quante malattie possono essere evitate semplicemente stando più attenti a cosa mangiamo".
 
Queste le sfide italiane da affrontare in tema di alimentazione e salute:
 
sovrappeso e obesità
diabete mellito di tipo 2
malnutrizione calorico proteica
sarcopenia (perdita di massa e forza muscolare anche con peso normale)
disturbi dell'alimentazione e della nutrizione
comportamenti e condizioni socioeconomiche a rischio di scadimento dello stato di nutrizione
stati carenziali di vitamine e altri principi nutritivi
nutrizione artificiale domiciliare
tossinfezioni alimentari
diffusione incongrua degli integratori alimentari.

 
Vinalia “Le avventure di Cipollino”, un viaggio sensoriale alla scoperta dei loro sensi PDF Stampa E-mail
Giovedì 06 Agosto 2015 14:15  |  Scritto da Redazione
  Sono i bambini i grandi protagonisti dell’edizione 2015 di Vinalia, rassegna enogastronomica in programma fino al 10 agosto a Guardia Sanframondi, in provincia di Benevento (Bn).
I piccoli, infatti, hanno partecipato con entusiasmo alla prima tappa de “Le avventure di Cipollino”, un viaggio sensoriale alla scoperta dei loro sensi. Domani, alle ore 20,30,  nell’attraente Corte Sellaroli, si terrà una lezione-spettacolo tratta dal percorso di Filosofia PON F-1-FSE-2013-121, promosso dalla Scuola Primaria “Abele De Blasio” di Guardia Sanframondi per vivere un’esperienza che porta ai grandi temi della realtà e della verità, guardando al mondo con gli occhi del possibile. L’iniziativa è a cura di Americo Ciervo, Speranza Gambuti e Patrizia Lombardi.
 
  Intanto le presenze all’appuntamento guardiese sono sempre più numerose. Gli angoli del “cuore” antico sono invasi da folti gruppi di enoturisti che, oltre a degustare i vini, assaggiano anche formaggi, salumi, oli, miele; fanno il pieno di allegria e non mancano di ammirare il Borgo degli Artisti, con la mostra “Bacco e Venere” (direzione artistica del prof. Giuseppe Leone), la galleria studio “Pietre vive” e “Botteghiamo”. E non basta. Sono tre le postazioni musicali del Vinalia Live Fest, lungo il cui itinerario si può fare sosta all’Osteria Enoica, alla Cucina Vinalia, ai Cibi di strada e alle Torte contorte; quest’ultime dalle prelibatezze e dai sapori dei dolci fatti in casa.
  
  Domani sera, per il quarto appuntamento con lo show cooking e presentato dal giornalista Pasquale Carlo, invece, toccherà allo chef  Daniele Luongo, della Locanda della Luna, che preparerà un menu messo su con: Antipasto – La parmigiana bianca di melanzane su crema di basilico (in abbinamento allo Spumante Brut delle Cantine Foschini); Primi – La zuppa del mio orto con polpetta di pane e pomodoro al cuore di mozzarella (in abbinamento alla Falanghina di Cantine Foschini); secondo – Lo stracotto di marchigiana alla menta su purea di patate al fumo (in abbinamento con l’Aglianico de I Pentri); Dessert – Terre di Aglianico (in abbinamento al  liquore all’Aglianico della Locanda della Luna). Per le prenotazioni il numero è 3450457090.
 
Di sicuro interesse anche il wine tasting che, nella sala conferenze del castello medievale, dà l’opportunità di degustare vini di ben ventotto aziende sannite. E così per le degustazioni professionali gratuite, allestite nei locali del Palazzo Comunale presso il Municipio Vecchio e presentate dai sommelier dell’AIS, che domani sera riguarderanno alle ore 21 La Guardiense e, alle 22,15, la Cantina Iannucci.
 
All’Osteria enoica, inoltre, domani sera Cuoppo fritto e tre dita alla contadina, con bicchiere di spumante e di vino; mentre, completano l’offerta l’Happy lounge bar con i suoi cocktail e la Cucina Vinalia da sempre molto apprezzata e frequentata per una proposta che porta indietro nel tempo con i piatti di una volta.    
 Per quanto concerne il Vinalia live fest, domani sera: in piazza Fabio Golino (Mind Position), piazza Mercato (I Trementisti) e piazza Croce (dj Acque dact).
   
   Per saperne di più visitare il sito  www.vinalia.it, il profilo Facebook – Vinalia oppure scaricare l’App Vinalia. Per le prenotazioni telefonare al 3450457090.

 
LA PRIMA EDIZIONE DI “CIBOTURISMO – LA FIERA DEGLI APPENNINI” PDF Stampa E-mail
Venerdì 31 Luglio 2015 11:15  |  Scritto da Redazione
  (Rivisondoli/L'Aquila, 30 luglio 2015) – Sabato 8 agosto, a Rivisondoli (L’Aquila), prenderà il via la prima edizione di “CiboTurismo – La Fiera degli Appennini”. La kermesse enogastronomica sarà inaugurata dal Sindaco della città, Roberto Pazzaglia e dal Presidente della Camera di Commercio de L’Aquila, Lorenzo Santilli, alle 12,30 del primo giorno della manifestazione, nella piazza principale di Rivisondoli.
 
“L’evento è rivolto al pubblico – spiega Antonio Benincasa di Total Expo, organizzatore della fiera – e coniuga gastronomia, turismo, natura e cultura. Abbiamo chiesto il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, che dovrebbe arrivare a giorni, per questa fiera che ha l’ambizione di collegare il territorio abruzzese ad Expo2015, mettendo in mostra la grande varietà dell’alimentare italiano e la sua qualità”.
 
Piccole e medie imprese, espressione tipica del made in Italy, troveranno spazio a Rivisondoli che sarà agorà dell’enogastronomia dell’Italia Centrale fino al 14 agosto 2015.
Oltre alle famose scamorze e mozzarelle di Rivisondoli, l’aglio rosso di Sulmona, lo zafferano aquilano, la castagna Roscetto della Valle Roveto e il caciofiore aquilano, i visitatori potranno trovare salame stagionato sotto cenere, ciauscolo, salsicce e salame di cervo, di cinghiale, di asino, prosciutto di Norcia, lonze, capocolli (anche senza glutine e lattosio) e prodotti tipici di altre regioni.
CiboTurismo sarà un grande “open air” lungo le vie, i prati e nelle piazze più suggestive della città con l’intento di dare sostegno e favorire lo sviluppo e la promozione delle micro imprese abruzzesi e delle regioni circostanti che contribuiscono alla produzione delle eccellenze dell’agroalimentare italiano.
 
L’accesso a CiboTurismo è totalmente gratuito e tra le molteplici possibilità di svago, la Fiera degli Appennini proporrà anche eventi ludici, tra cui lo spettacolo teatrale all’aperto “La Notte dei Briganti”, che si svolgerà nella notte del 12 agosto. La performance teatrale, portata in scena dall’Associazione Culturale “Sylva Tour and Didactics” di Alberobello (Bari), sarà realizzata alla luce delle fiaccole e racconterà uno scorcio della nostra storia legato al “brigantaggio”, fenomeno che ha interessato in particolare le terre pugliesi. Una rappresentazione suggestiva, della durata di circa venti minuti che sarà riproposta più volte nella stessa serata e vedrà il coinvolgimento del pubblico, rendendola ancor più appassionante e divertente.
 
Raggiungere Rivisondoli è facile: in auto, si esce al casello Pescara dell’autostrada e in meno di 1 ora si sale a Roccaraso; in treno si arriva da Roma, Pescara o Napoli nella Stazione ferroviaria di Rivisondoli. La cittadina dispone di ottime strutture alberghiere. 
 
Per gli amanti della vacanza en plein air, è disponibile un’area di sosta per camper e caravan vicina al centro cittadino e adiacente al Campo Sportivo – Località Piè Lucente.
 
 
 
PER INFORMAZIONI SULLA FIERA:
http://www.ciboturismo.it/
Total Expo - Tel: 0564 – 934115; Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 

 
La Dieta del Grana Padano: perdere peso mangiando cose buone PDF Stampa E-mail
Giovedì 16 Luglio 2015 07:44  |  Scritto da Redazione
Nasce l’innovativa dieta ipocalorica bilanciata per perdere peso e guadagnare salute senza rinunciare ai sapori della gastronomia italiana.
 
(Milano, 15 luglio 2015, EXPO Cascina Triulza). È possibile dimagrire bene, basta mangiare cose buone. L’innovativa dieta è un contributo ai temi Expo per combattere sovrappeso e obesità che colpiscono il 35% della popolazione adulta mondiale. Il programma di controllo del peso s’inserisce nella miriade di diete esistenti come un contributo scientificamente corretto e basato sulle scoperte più recenti con un servizio offerto gratuitamente che educa all’autogestione del peso e della propria salute.
 
La Dieta del Grana Padano risponde ad uno dei temi principali di Expo, il rapporto tra cibo e salute, come si sottolinea nel manifesto dell’esposizione mondiale dove oltre alla necessità di nutrire i 9 miliardi di persone che vivranno sul pianeta nel 2040, occorre prevenire le nuove grandi malattie sociali della nostra epoca in particolare l’obesità che provoca ogni anno 2,8 milioni di decessi.
 
L’attività sociale ed educativa del Consorzio del formaggio DOP più consumato al mondo è impegnata da anni sul fronte della prevenzione con il portale “Educazione Nutrizionale Grana Padano” che si arricchisce del tool “La Dieta del Grana Padano” con la quale si vuole contribuire concretamente ad arginare la pandemia dell’obesità. Il tool propone un questionario di poche ma significative domande, compilando il quale si entra nel programma di controllo del peso, ricevendo una dieta ipocalorica personalizzata e realizzata sulla base delle linee guida formulate dalle Società Scientifiche in termini di composizione bromatologica e di copertura dei fabbisogni nutrizionali, con un apporto calorico modulato sulla base di: peso, altezza, età e sesso della persona.
 
La Professoressa Maria Letizia Petroni curatore scientifico del progetto spiega:
 
Assisto circa 1000 pazienti obesi ogni anno e come me sono impegnati su questo fronte migliaia tra specialisti e medici del territorio, ma i 24 milioni di persone sovrappeso e i 5 milioni di obesi di primo grado in Italia non possono essere seguiti uno ad uno, occorre una strategia di prevenzione secondaria che veda più attori impegnati su questo fronte. La dieta del Grana Padano nasce proprio per contribuire a “educare” le persone alla gestione del peso con un programma facile, ma scientificamente corretto, web-based che permetta di autogestire (auspicabilmente con la supervisione del Medico Curante) le problematiche legate all’eccesso di peso. Iniziative di questo tipo sono già in atto negli USA dove il Dipartimento dell’Agricoltura con il programma MyPlate offre assistenza di questo tipo e tool che permettono di imparare a seguire una dieta personale. Abbiamo impostato la dieta sulla base delle linee guida delle Società Scientifiche e introdotto il Grana Padano per diversi motivi, 3 dei quali fondamentali:
 
Il Grana Padano DOP è ricco di proteine ad alto valore biologico e di alcuni aminoacidi essenziali, in particolare la leucina, che contrastano la perdita di massa magra metabolicamente attiva durante il calo di peso ed aumentano il senso di sazietà, fattore oltremodo importante per le persone che tendono a spiluccare tra un pasto e l’altro o che arrivano eccessivamente affamate ai pasti principali.
L’elevato tenore in calcio del Grana Padano DOP permette di garantire adeguati apporti di questo importantissimo minerale, che favorisce la lipolisi ed aiuta la salute dell’osso, e che rischia di non essere assunto in quantità corrispondenti al fabbisogno minimo giornaliero nella grande maggioranza delle abituali diete ipocaloriche.
Avendo un tenore controllato di grassi saturi, colesterolo e sodio ed essendo il formaggio ricco di molecole bioattive ad azione di riduzione della pressione arteriosa, questa dieta può essere tranquillamente adottata anche da chi soffre di ipertensione arteriosa o ipercolesterolemia.
Va anche sottolineato che il Programma non consiste solo nella dieta, ma propone un percorso adeguato di attività fisica e good practices da mantenere a lungo termine.
 
Il contributo del Consorzio tutela Grana Padano alla prevenzione primaria s’inscrive nella decennale attività sociale ed educativa, il Presidente del Consorzio Nicola Cesare Baldrighi:
 
Ci occupiamo di corretta alimentazione perché riteniamo che chi come noi rappresenta una grande realtà produttiva alimentare debba contribuire alla diffusione di questa cultura non solo facendo un prodotto dalle caratteristiche nutritive eccellenti, ma contribuendo concretamente con attività che incentivano le good practice. L’ultimo nostro lavoro propone un servizio concreto che possa veramente aiutare le persone e la classe medica, nel difficile compito del controllo del peso per combattere la pandemia mondiale dell’obesità. Il nostro portale si occupa di corretta alimentazione e stile di vita da oltre 10 anni con un successo costante e crescente che vede quasi 2 milioni gli accessi e più di 3 milioni di pagine visitate anno, siamo certi che la nostra dieta amplierà questo successo.
 
Il programma “La Dieta del Grana Padano” è dedicato sia alle persone sovrappeso che obese di primo grado, sia alle persone normopeso ma con obesità addominale, ed esclude invece i minorenni, gli over 70 e chi soffre di particolari malattie.
 
È suddiviso in 20 settori interattivi ai quali si accede con la password che si è scelto durante l’iscrizione, in sintesi l’utente potrà:
 
Conoscere il suo stato ponderale sul quale è stata calcolata la dieta assegnata e ricevere in tempo reale commenti e consigli su: BMI, Circonferenza addominale, Attività fisica, Controllo della fame e le calorie della dieta che potrà seguire.
Ricevere subito il primo dei 5 menu settimanali ipocalorici corredato di 5 pasti ogni giorno basati sulla dieta mediterranea con alimenti ricchi di gusto e bilanciati in nutrienti, oltre a ricette saporite.
Consultare la guida alla dieta, tutte le istruzioni ricevute sull’esecuzione del programma.
Ricevere subito un programma di attività fisica personalizzato con 4 livelli di intensità, durata e difficoltà che prevedono esercizi aerobici e isometrici (allenamento alla forza).
Entrare nella fase di mantenimento, caratteristica peculiare della Dieta del Grana Padano che ha lo scopo di ridurre il rischio della cosiddetta sindrome dello yo-yo, o dell’oscillazione ponderale, molto frequente dopo una dieta dimagrante, ma sconsigliabile per la salute. Il mantenimento è una fase molto delicata che difficilmente può essere gestita senza una guida costante.
Il programma dispensa inoltre delle utili informazioni sulla salute ed in particolare sulla sindrome metabolica in collaborazione con la SIMG (Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie).
 
Il servizio offerto gratuitamente è fruibile sul sito Educazione Nutrizionale Grana Padano e utilizzabile con tutti i dispositivi: desk top, tablet, smartphone e presto sarà disponibile anche con una App per Apple IOS e Google Android.
 
In allegato, una foto del Grana Padano.
A richiesta possiamo inviare materiale stampa supplementare: presentazione in ppt della Dott.ssa Petroni e immagini in alta definizione.
 
PER INFORMAZIONI ALLA STAMPA:
 
Ufficio stampa Osservatorio Nutrizionale Grana Padano
 
Marco Fanini
 
Telefono: 339 6668750 – 340 7773887
 
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
sito web: http://www.educazionenutrizionale.granapadano.it

 


<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner