Frodi alimentari

Martedì
20 febbraio 2018
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Educazione alimentare
ACQUA E AGRICOLTURA IN AFRICA: PRODURRE DI PIÙ CON MENO PDF Stampa E-mail
Lunedì 22 Giugno 2015 14:39  |  Scritto da Redazione
 
Convegno: 
Giovedì 25 giugno – ore 9,30 
Parco Tecnologico di Lodi – Science Park, Via Einstein, Lodi
 
 
 
Il tema di Expo2015 sulla nutrizione del pianeta e il dramma dei flussi migratori rendono ancor più urgente il dibattito sullo sviluppo agricolo dell’Africa.
 
La crescita della popolazione, la diminuzione della disponibilità di terra coltivabile, la scarsità di acqua dolce impongono di cambiare il modo in cui usiamo le risorse, a partire dall’acqua.
 
In Africa servono sistemi irrigui disegnati per famiglie, cooperative, villaggi, che sfruttano la forza di gravità o le pendenze dei terreni, la disponibilità dell’energia solare per distribuire acqua e fertilizzanti per lo sviluppo rurale.
 
Il Parco Tecnologico di Lodi ha organizzato una giornata di incontro con alcune delegazioni africane presenti in EXPO incentrata sullo sviluppo agricolo e in particolare dei sistemi di irrigazione in Africa.
 
È prevista la partecipazione di circa 10 delegazioni da Expo, tra queste: Zimbabwe, Tanzania, Senegal, Mali, Etiopia, Kenia, Gabon, Sierra Leone.
 
A margine del convegno è prevista la visita al DemoField, dislocato a fianco del Parco Tecnologico, dove sono presenti, in campo, tecnologie e innovazioni per la sostenibilità agricola.
 
La stampa è invitata a partecipare. E’ organizzata una navetta da Milano a Lodi e ritorno, con partenza alle ore 08.30 alla fermata Famagosta della metropolitana verde con rientro a Milano alle ore 14.30.
 
 
 
PROGRAMMA:
 
09.00 Registrazione
 
09.30 Visita al Campo Dimostrativo
 
10.15 Apertura dei lavori: Riccardo Gefter Wondrich, Project Manager EXPO2015, Parco Tecnologico Padano
 
10.30 Ram Fishman, Manna Center Program in Food Safety and Security, Tel Aviv University: Fare leva sul settore privato per innovare e diffondere tecnologie agricole tra i piccoli coltivatori nei Paesi in via di sviluppo
 
10.50 Dominik Klauser, Program Officer R&D Syngenta Foundation / Marco Quadranti, consulente Syngenta: I piccoli agricoltori sono la chiave della sicurezza alimentare nel futuro
 
11.30 Daniel Ariel, Commercial Project Manager Africa Netafim LTD: Family Drip System: dalla sussistenza all’agricoltura commerciale
 
11.50 Graziana Carianni, PE Technical Service Manager Versalis Spa: Polietilene idrofilico? Applicazioni dell’irrigazione a goccia e di coperture per le serre nelle aree del Mediterraneo
 
12.10 Franco Citron, Amministratore Delegato Manni Energy: Sistemi di pompaggio solare e sviluppo rurale in Marocco.
 
Moderatore: Claudio Gandolfi, Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali, Università degli Studi di Milano
 
 
 
PER ACCREDITI  E INFORMAZIONI ALLA STAMPA:
 
Ufficio Stampa Fanini
 
Anna Feola
 
Tel 333 2135978
 
Mail   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Sito web: http://www.ptp.it/
 

 
"Donne Andine in Cammino : Tarwi un cibo per un futuro più sostenibile" PDF Stampa E-mail
Lunedì 22 Giugno 2015 14:36  |  Scritto da Redazione
 
 
 
giorno Martedì, 7 Luglio 2015 presso palazzo Affari, Via Mercanti 7, Milano. 
 
In allegato il programma del convegno. 
Per confermare la partecipazione occorre registrarsi sul sito Promos, cliccando al seguente link http://iniziative.promos-milano.it/index.phtml?idi=1123 entro e non oltre MERCOLEDI', 1 Luglio 2015.
 
Info.
 
Nell’ambito di Expo 2015, la “Fondazione L’Albero della Vita”, organizzazione attiva in Perù dal 2007 con progetti educativi e sanitari e di sviluppo eco-sostenibile, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita degli abitanti delle zone marginali, soprattutto bambini, adolescenti e donne delle Regioni di Lima, Ancash e Loreto, ha scelto l’Esposizione Universale milanese, in virtù del tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, per presentare e spiegare le qualità nutrizionali di un nuovo alimento che considera fondamentale per migliorare l’alimentazione di molte persone: il tarwi.
 
Il tarwi è un alimento eccezionale dal punto di vista nutrizionale per il suo alto contenuto di proteine, più alto di quelle della soia. Il seme contiene lisina, un aminoacido essenziale per l'assorbimento del calcio e la costruzione del tessuto muscolare. Contiene metionina e triptofano tra gli altri aminoacidi, oltre a minerali e acidi grassi insaturi, compreso l'acido linoleico (omega 6) e il suo basso contenuto di carboidrati, rispetto ad altri legumi, lo rende adatto per le persone diabetiche.

 
La dieta mediterranea volano di sviluppo dell'Agroalimentare in provincia di Salerno PDF Stampa E-mail
Venerdì 19 Giugno 2015 12:36  |  Scritto da Redazione
Il 3 Luglio presso la Camera di Commercio di Salerno si terrà dalle ore 17 il convegno La dieta mediterranea volano di sviluppo dell'Agroalimentare in provincia di Salerno 

 
Obama: al bando i grassi killer nel cibo. Da oggi la messa al bando totale in America PDF Stampa E-mail
Mercoledì 17 Giugno 2015 14:07  |  Scritto da Redazione
 
Mens sana in corpore sano. Un detto millenario che è sempre comunque attuale anche secondo la scienza. Secondo alcuni studi, infatti, esistono cibi che a lungo andare arrivano letteralmente a uccidere il nostro organo pensatore. Alimenti che sarebbero causa o concausa di malattie degenerative. Ma adesso si cambia, ci pensa l'amministrazione Obama che da una svolta nell'alimentazione degli americani. Il governo statunitense ha definitivamente messo al bando i 'trans fat', i cosiddetti grassi insaturi artificiali, usati nella maggior parte dei cibi preconfezionati che finiscono sulle tavole americane. A ricordarlo Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che riporta un elenco di quello che sono sotto la lente d’ingrandimento e che quindi andrebbero evitati, o se proprio non possiamo farne a meno, almeno ne dovremmo diminuire il consumo. Dalle torte ai biscotti, dagli snack ai cibi congelati, dai popcorn per microonde al latte in polvere per 'macchiare' il caffè, passando per le patatine fritte: il grasso killer è presente, sia per una conservazione più lunga del prodotto, sia perché aggiunge consistenza al prodotto. Ma anche per una questione di costi. I grassi parzialmente idrogenati sono infatti più economici dei grassi animali o vegetali. Tuttavia sono anche tra i principali responsabili dell'obesità e legati a malattie coronariche. Da oggi l'industria alimentare statunitense avrà a disposizione tre anni di tempo per mettersi in regola ed eliminare definitivamente i 'trans fat'. La messa al bando dei grassi killer è la prima vera mossa aggressiva a livello nazionale per la tutela della salute dei cittadini statunitensi. Con tale mossa la Fda (Food and Drug Administration), l'ente pubblico che vigila su cibo e medicinali, stima che ci sarà un sensibile calo di malattie cardiache e di conseguenza di morti per infarto. Si stima che si potranno prevenire circa 20'000 infarti e 7000 morti ogni anno nei soli Stati Uniti.

 
A tavola con Malthus: nutrire il mondo è facile? PDF Stampa E-mail
Mercoledì 17 Giugno 2015 08:11  |  Scritto da Redazione
Giovedì 18 giugno FIRAB parteciperà all’evento “A tavola con Malthus: nutrire il mondo è facile?”, promosso dal Polo Bibliotecario del Ministero dello Sviluppo Economico (Sala del Parlamentino, Via Molise 2 – Roma). Luca Colombo la rappresenterà con una relazione originata dal progetto europeo Transmango in tema di vulnerabilità alimentare.

 
EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ AMBIENTALE ED AGROALIMENTARE PDF Stampa E-mail
Martedì 16 Giugno 2015 20:46  |  Scritto da Redazione
 
SARANNO ILLUSTRATI I PROGETTI EDUCATIVI IDEATI DAL CORPO FORESTALE DELLO STATO E DALL'ASSOCIAZIONE "LIBERA"
 
EXPO MILANO -TEATRO AL CENTRO DELLA TERRA - BIODIVERSITY PARK -MERCOLEDÌ 17 GIUGNO 2015 ORE 15,00
Continua la serie di dibattiti organizzati dal Corpo forestale dello Stato nell'ambito di EXPO 2015. Mercoledì 17 giugno alle ore 15,00 è in programma un focus sull'educazione alla legalità ambientale ed agroalimentare.
Gli esperti del Corpo forestale parleranno dell'evoluzione dell'azione educativa tra i giovani ed illustreranno i diversi progetti di educazione ambientale, ideati con la collaborazione dell'Associazione "Libera", e che hanno come obiettivo principale quello di creare una maggiore sensibilità e rispetto verso il nostro prezioso patrimonio ambientale.
Educazione e legalità sono le parole chiavi del progetto speciale di sensibilizzazione ideato dal Corpo forestale dello Stato per i giovani del quartiere San Filippo Neri a Palermo, noto come ZEN, al fine di  prevenire azioni dannose o criminose nei confronti dell'ambiente. "Piantiamola" è un programma realizzato insieme all'Associazione Libera di Don Ciotti, dedicato agli istituti comprensivi statali intitolati a Giovanni Falcone e a Leonardo Sciascia, che operano in una zona  ad alto disagio sociale e con elevata dispersione scolastica. Si tratta di un progetto pluriennale, giunto al terzo anno di attività, che, attraverso azioni rivolte all'intera comunità scolastica ed azioni mirate su gruppi ristretti di alunni e docenti, mira a consolidare il rispetto per i beni scolastici, in passato spesso oggetto di attenzioni vandaliche, muovendo dal recupero e dall'utilizzo delle pertinenze esterne delle scuole. Attraverso linguaggi e modalità proprie della pedagogia forestale, docenti ed alunni sono stati coinvolti nella scelta e nella piantagione di alberi provenienti dai vivai forestali degli Uffici per la Biodiversità del Corpo forestale dello Stato che sono stati simbolicamente posti a dimora nella giornata della memoria delle vittime di mafia.  Dal 2014 il progetto è stato esteso anche all'Istituto comprensivo scuola Perez - Madre Teresa di Calcutta di Palermo e all'Istituto comprensivo di Lampedusa.
Oltre a queste attività educative ed operative, il Corpo forestale dello Stato e l'Associazione "Libera", in occasione dell'organizzazione delle cerimonie connesse all'anniversario della strage di Capaci, hanno organizzato tre giornate formative che hanno interessato circa 600 studenti di diverse scuole, coinvolgendoli nelle visite dei beni confiscati ed aziende agricole, dove sono stati allestiti laboratori didattici.
Queste iniziative educative - ricreative sono finalizzate alla formazione di una coscienza civile responsabile nei confronti delle risorse naturali e agroalimentari, attraverso visite guidate in luoghi d'interesse naturalistico, faunistico e storico-artistico. 
Anche il Gruppo Sportivo Forestale con iniziative sportive dirette alle scuole intende sensibilizzare i giovani sul rapporto tra sport e natura, sport e legalità e sport e sana alimentazione, utilizzando anche testimonial sportivi di valore internazionale. È nato così il progetto "Libera la Natura", che da quattro anni porta i ragazzi a correre sui terreni liberati dalle mafie e dalla prepotenza criminale dal Nord al Sud del nostro Paese. Ogni anno vengono scelte regioni diverse, con la volontà di lasciare un'impronta sempre più vasta di sport e legalità in ogni parte d'Italia. Sin dalla prima edizione (2011), duemila alunni delle scuole medie hanno corso non su una pista qualsiasi ma su campi e strade che erano stati sottratti con il sopruso e la violenza all'Italia degli onesti.  Gli eventi sportivi realizzati sui beni liberati dalle mafie e dalla prepotenza criminale hanno l'obiettivo di veicolare il significato della legalità e del diritto di tutti i cittadini a vivere in un ambiente sano, libero e pulito.
L'incontro in programma per il 17 giugno prossimo all'EXPO di Milano mira proprio a far riflettere sull'importanza dell'educazione ambientale ed agroalimentare. Lo scopo è realizzare iniziative di cultura ambientale e naturalistica che contribuiscano alla conoscenza, alla difesa e al rispetto dell'ambiente soprattutto tra i giovani.

 


<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner