Frodi alimentari

domenica
21 gennaio 2018
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Italian sounding
Falso made in Italy su arance siciliane PDF Stampa E-mail
Domenica 03 Giugno 2012 16:23  |  Scritto da Redazione

 Il nucleo operativo del Corpo forestale della Regione siciliana ha condotto in collaborazione con gli ispettori del servizio Fitosanitario, che ha portato ad un sequestro a   Scordia (Sr)  di una partita di oltre 20 quintali di arance "Navel". L'illecito accertato è quello della vendita fatta passere made in italy di un prodotto invece  di accertata provenienza spagnola.

 
"No all'economia dell'inganno", la Cia fornisce i dati dell'italian sounding PDF Stampa E-mail
Martedì 22 Maggio 2012 20:30  |  Scritto da Redazione

L'Italia è la più colpita dalla contraffazione, dall'agropirateria, dai "falsi d'autore" dell'alimentazione. Nel nostro Paese si realizza più del 21 per cento dei prodotti a denominazione d'origine registrati a livello comunitario. A questi vanno aggiunti i 521 vini Doc, Docg e Igt e gli oltre 4000 prodotti tradizionali censiti dalle Regioni e inseriti nell'Albo nazionale.

 
Solo negli Stati Uniti il giro d'affari relativo alle imitazioni dei formaggi italiani supera abbondantemente i 2 miliardi di dollari. E il danno è destinato a crescere, visto che a livello mondiale ancora non esiste una vera difesa delle Dop, Igp e Stg. Una difesa che significa la tutela di un patrimonio culturale, ma anche la valorizzazione di un settore economico che ha un fatturato al consumo di circa 9 miliardi di euro e un export che si avvicina ai 2 miliardi di euro. Prodotti che dannolavoro, tra attività dirette e indotto, a più di 300 mila persone e che rappresentano una risorsa insostituibile per l'economia locale, in particolare per alcune zone marginali di montagna e di collina.
 
Il più 'copiato' tra i prodotti Dop e Igp è il Parmigiano Reggiano. Il suo 'tarocco' si trova in Argentina, in Brasile, in Giappone, ma anche in Germania e nel Regno Unito. Seguono il Prosciutto di Parma e quello di San Daniele, il Grana Padano, la Mozzarella di bufala e l'Asiago. Una lunga serie di 'plagi', che colpiscono un numero sempre più alto di prodotti di qualità. Non ultimo il Gorgonzola, commercializzato con il nome di Tinboonzola e Cambozola. Ma per trovare i 'falsi' Dop e Igp non c'è bisogno di andare all'estero: è sufficiente navigare in Internet per poter avere una vetrina del 'tarocco'.
E così il nostro Paese è al primo posto in Europa per le segnalazioni di cibi contaminati contraffatti e per le agromafie, che ad oggi hanno un volume d'affari che si avvicina ai 13 miliardi di euro.
Questi i dati della manifestazione organzzata a Bari dalla CIA sulla contraffazione
 
Italian sounding forte crescita in cina PDF Stampa E-mail
Mercoledì 29 Febbraio 2012 16:58  |  Scritto da Redazione

falsi prodotti Made in Italy sono i due terzi di quelli in commercio con un fatturato che si aggira attorno ai 60 miliardi di euro annui. Uno dei mercati in crescita è la Cina,  tra gli scaffali cinesi il prodotto più gettonato è  il Parmeson.gli altri prodotti maggiormente contraffatti sono  il Cambozola  in Germania, mentre il sugo Da Vinci è una specialità in Sudamerica. Non rimane illesa neanche la cucina oltre che i prodotti  , invece troppo spesso nei ristoranti si trovano i classici spaghetti al pomodoro,  scotti e conditi con ketchup, stessa sorte tocca  al ragù, detto alla bolognese.

 
ITALIAN SOUNDING_ Danni per 72,5 miliardi di euro PDF Stampa E-mail
Lunedì 23 Gennaio 2012 10:03  |  Scritto da Redazione

 Dalla presentazione avvenuto il 19 gennaio 2012, della commissione contraffazione presieduta dall'On.Le Fava, sono emersi e confermati i danni che le agromafie e le contraffazioni alimentari ed agroalimentari hanno sulla economia Italiana.

I dati emersi:

  Il volume d’affari delle agromafie ammonta oggi a 12,5 miliardi di euro (pari al 5,6% dell’intero business criminale

 Un fenomeno quello della agropirateria che, a livello nazionale, vale 60 miliardi di euro. E sottrae ben 164 milioni di euro al giorno 

Per una perdita   annua totale pari a 72,5 miliardi di euro

 
La Cina blocca le importazioni di olio extravergine made in Italy PDF Stampa E-mail
Venerdì 30 Dicembre 2011 22:27  |  Scritto da Redazione

 La Cina, nota quale nazione a maggiore contraffazione alimentare, ha messo al bando l'olio italiano.  Infatti notizia di oggi a seguito di una inchiesta giornasistica italiana, di ampia risonanza internazionale, nella quale si evidenziava come a seguito di controlli da parte delle forze dell'ordine, molto olio   commercializzato come made in Italy èp prodotta in  Marocco, Tunisia, la Cina  ha deciso di bloccare, per controlli, le bottiglie di olio.

La stampa cinese riferisce dati disastrosi: su cinque bottiglie di olio d’oliva italiano, prodotto in particolare da 13 delle più grandi aziende del Belpaese, quattro conterrebbero olio miscelato. 

 

 
prodotti agroalimentari made in Italy al Monte-Carlo Food & Wine Festival PDF Stampa E-mail
Venerdì 23 Dicembre 2011 22:23  |  Scritto da Redazione

 

Dal 10 al 12 febbraio 2012 si terrà al Principato di Monaco iMonte-Carlo Food & Wine Festival per la promozione e la valorizzazione dei prodotti agroalimentari made in Italy e dell'Europa in generale.


Oltre a S.A.S. il Principe Alberto II, noto difensore di prodotti naturali e fondatore di istituzioni per la difesa della natura, questo percorso eno-gastronomico ha visto in passato anche la partecipazione diretta del Presidente Giulio Andreotti e del V. Ministro alla Sanità Italiana, On.le Francesca Martini.

 


<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner