Frodi alimentari

domenica
21 gennaio 2018
  
Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie e gli aggiornamenti di frodialimentari direttamente nella tua casella email

  

Cerca   
Dimensione testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Frodi
Carabinieri Nas Salerno, sequestrata area agricola adibita a discarica abusiva PDF Stampa E-mail
Venerdì 07 Ottobre 2016 22:18  |  Scritto da Redazione
Nel quadro dell’operazione “Estate Tranquilla 2016”, disposta dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, volta alla salvaguardia della sicurezza alimentare e della tutela del consumatore, il Nas di Salerno, attraverso una mirata “analisi di rischio” e di lavoro di intelligence, ha individuato due attività nel settore conserviero, ubicate nella provincia di Salerno, riconducibili ad un unico imprenditore, procedendo al sequestro penale di un ‘area agricola di mq. 200, adibita abusivamente a discarica, nonché di oltre 60 tonnellate di conserve vegetali in barattoli arrugginiti e bombati,  ivi depositati probabilmente per eludere i controlli.
 
Inoltre, attese le gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali riscontrate in entrambe le strutture,  disponevano la chiusura immediata dei rispettivi depositi, estesi su una superficie complessiva di circa  24.000 mq.
 
Il legale responsabile delle attività è stato deferito alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore (SA).
 
Il valore commerciale dei provvedimenti ammonta a circa 3.500.000,00 euro.
 
Pescara sequestro di 6 t di cibo PDF Stampa E-mail
Martedì 04 Ottobre 2016 11:34  |  Scritto da Redazione
 I Nas di Pescara hanno sequestrato sei tonnellate di alimenti pronti per la vendita
In un deposito sono state trovate 5 tonnellate di alimenti  pronti per la vendita
 
Napoli sequestrati circa 600 chilogrammi di pesce PDF Stampa E-mail
Lunedì 26 Settembre 2016 20:14  |  Scritto da Redazione
La Guardia Costiera di Napoli ha sequestrato circa 600 chilogrammi  di pesce, la merce è stata  trovata scaduto e in cattivo stato di conservazione e in vendita sprovvisto anche di tichettatura . Il sequestro è avvenuto a San Giovanni a Tetuccio
 
Sequestrate 5mila dosi di farmaci arrivati dalla Cina PDF Stampa E-mail
Domenica 18 Settembre 2016 22:27  |  Scritto da Redazione
Gli uomini del nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Torino hanno denunciato sette persone, tra veterinari, titolari e tecnici dell’azienda agricola Chiabotto  che gestiva almeno 26 allevamenti tra Cuneo, Novara e Alessandria in quanto hanno scoperto
che somministravano anabolizzanti ai bovini piemontesi delle loro aziende destinati   alle tavole di tutt’Italia.  agli animali venivano somministrati farmaci al cortisone e steroidi sessuali fatti arrivare dalla Cina. Per impedire che i  movimenti dei bovini venissero tracciati e che le sostanze anabolizzanti fossero rilevate, sostituivano anche le marche auricolari, ovvero gli “orecchini” con il codice applicati sui capi di bestiame, e tutti i loro documenti.
Durante le perquisizioni  sono state sequestrate 5mila dosi di farmaci arrivati dalla Cina, decine di anelli auricolari per il riconoscimento degli animali e diverse ricette in bianco firmate dal veterinario.
fonte http://torino.repubblica.it/
 
Sequestro di alimenti a Torino PDF Stampa E-mail
Domenica 18 Settembre 2016 14:17  |  Scritto da Redazione
I vigili  di Torino hanno, durante i controlli di rito sequestrato seessanta chili tra sgombri e naselli e una decina di chili di pollame. I sequestri presso strutture gestiti da stranieri I prodotti erano contenuti in un congelatore a pozzetto, ricoperti di brina e non etichettati secondo le norme italiane sulla tracciabilità.
I vigili, inoltre, hanno sequestrato circa 500 confezioni di prodotti alimentari preconfezionati privi delle indicazioni obbligatorie. Sono state elevate sanzioni per 10 mila euro
 
 
 
 
Listeria nel "Gorgonzola Selezione Reale" della Cetra Alimentari PDF Stampa E-mail
Venerdì 26 Agosto 2016 20:29  |  Scritto da Redazione
Listeria nel "Gorgonzola Selezione Reale" della Cetra Alimentari: al via il ritiro dai supermercati.
Batteri patogeni del tipo listeria sono stati trovati nel corso di controlli su campioni del Gorgonzola Selezione Reale da 200 grammi in vendita nei supermercati. Non potendo escludere pericoli per la salute dei consumatori, le catene hanno quindi deciso di ritirare dal commercio quattro formaggi forniti dalla medesima azienda, la Cetra Alimentari SA. Si tratta, oltre a quello già citato, di un altro Gorgonzola Selezione Reale, del Gorgonzola Piccante Reale e del Gorgonzola Gran Riserva. Il formaggio, Lotti: L 16202 con data di scadenza 11.09.2016 L 17516 con data di scadenza 25.09.2016 e Lotto: L 17516 con data di scadenza 30.09.2016, sono stati venduti in diverse catene di supermercati. Le listerie possono causare problemi di salute. In singoli casi, dopo aver consumato il prodotto possono insorgere sintomi influenzali (febbre, mal di testa, nausea). Alle donne incinte e alle persone con immunodeficienza che presentano i sintomi descritti si raccomanda di consultare un medico. Inoltre il periodo di incubazione della Listeria è di minino tre settimane, fino ad un massimo di otto. Per Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti", associazione ormai punto di riferimento per la sicurezza alimentare in Italia, invita a non consumare il formaggio e a restituirlo presso i punti vendita per il rimborso, poiché non e' facile individuare la presenza del batterio negli alimenti dato che il cibo non risulta essere alterato ne' nell'aspetto ne' nel sapore. Nel frattempo i cittadini che dovessero avvertire sintomi di malessere dopo aver mangiato il formaggio in questione, in particolare le donne incinte e le persone con deficienze immunitarie, consultino immediatamente un medico. Tra le missioni dello "Sportello dei Diritti" è anche quello di pubblicare i richiami e gli avvertimenti al pubblico relativi ad alimenti che devono essere ritirati perché mettono in pericolo la salute. Le aziende alimentari sono obbligate a ritirare dal mercato o richiamare i prodotti se gli alimenti da loro importati, fabbricati o venduti non sono sicuri o mettono in pericolo la salute dei consumatori. L’associazione pubblica i richiami e gli avvertimenti al pubblico in collaborazione con le autorità competenti e le relative imprese. Trattandosi di allerta internazionale, abbiamo dovuto procedere in tal senso anche noi.
 


<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Banner

Pubblicità

Pubblicità

Banner