IKEA costretta a ritirale i dolci al cioccolato a causa della presenza di batteri fecali.

 Ancora una volta la multinazionale scandinava, nell’occhio del ciclone a causa dei prodotti alimentari commmercializzati. Questa volta è il caso dei dolci al cioccolato, ritirati dal mercato a causa di controlli svolti dalla  dogana di Shangai, in Cina. Infatti a causa  di  esami effettuati su 1.800 tortine, sarebbero stati trovati batteri fecali. L’azienda svedese ha immediatamente interrotto la vendita del dolce in questione in 23 Paesi. l’Ikea, nei "Chokladkrokant" è stata rilevata una discreta presenza di colibatteri, normalmente spia di una contaminazione fecale, anche se questa potrebbe non esserci stata. Un portavoce dell’azienda ha sottolineato come la concentrazione di batteri rilevata "non ponesse problemi per la salute" ma resta necessario capire come […]

Dall’8 al 10 marzo la manifestazione enogastronomica ‘Bell’Italia’

 Salumi, formaggi, pasta, dolci, vini, tutti di qualità e a marchio certificato. L’appuntamento con le eccellenze tradizionali italiane è per il prossimo week a Ferrara, dove la piazza Trento Trieste farà da teatro alla manifestazione enogastronomica ‘Bell’Italia’ curata da Explicom Organizzazione Eventi, in collaborazione con Confesercenti e con l’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Ferrara.Dalle 18 alle 20 di venerdì 8 e dalle 9 alle 20 di sabato 9 e domenica 10 marzo una ventina di  espositori dalle più diverse provenienze geografiche accoglieranno ferraresi e turisti per offrire loro le specialità che hanno reso la gastronomia italiana famosa nel mondo.L’inaugurazione ufficiale alla presenza dell’assessore comunale alle Attività produttive Deanna […]

Marchio contraffatto per prosciutti Parma

 Due negozianti napoletani sono stati colti inflagrante, e condannati a a due anni di reclusione e condannati a pagare 6 mila euro di multa, oltre che  risarcire per i danni, il consorzio prosciutto di parma, per  recati all’immagine dell’azienda , per un importo che ammonterebbe a 15 mila euro, oltre al pagamento delle spese processuali sostenute dal Consorzio del Prosciutto di Parma in quanto hanno contraffatto il marchio

Donazzan, tavolo regionale contro concorrenza sleale e contraffazione

  ”Tolleranza zero della Regione Veneto verso la concorrenza sleale e la contraffazione dei prodotti perpetrata dalle aziende cinesi nei confronti di quelle padovane, in particolare del Centro Grossisti di Padova sito in zona industriale, il piu’ grande del Veneto, con la presenza di 50 aziende che danno lavoro a piu’ di 600 persone”. Lo ha annunciato l’assessore veneto al lavoro, Elena Donazzan.”Non siete soli, la Regione e’ con voi in prima linea”, ha detto stamani l’assessore stessa durante la visita al Centro Grossisti, accompagnata dal presidente di Ascom Padova Fernando Zilio e da numerosi operatori.(Adnkronos) –