4 chiacchiere per carnevale

      Come tutti gli anni … non sarà Carnevale senza le tanto amate chiacchiere. Curiosiamo tra le origini del tipico dolce tradizionale dai tanti nomi, quante sono le regioni italiane.

 
Quelle che noi chiamiamo chiacchiere, ormai immancabili delizie, in altre regioni italiane sono conosciute sotto il nome di frappe, bugie, cenci, galani, lattughe, grostoli, e chi più né sa più ne dica … fatto sta che da nord a sud rimangono una specialità gastronomica, molto ricercata in questo periodo, che portano alto il nome del Carnevale. 
Piccoli e grandi amano sgranocchiare questi dolcetti friabili e sfiziosi, di cui si abbuffavano già gli antichi romani.  Erano proprio loro, infatti, che per festeggiare i Saturnali (festività corrispondenti all’odierno carnevale) preparavano proprio questi dolci fritti nel grasso di maiale, le frictilia, che venivano distribuite alla folla durante i festeggiamenti. Un impasto semplicissimo a base di farina, zucchero e uova, rendeva molte veloce il processo di preparazione e permetteva di distribuire frictilia a tutti quanti si riversavano per strada per mangiarne gratuitamente. Ovviamente quello che noi abbiamo conservato dell’antica tradizione romana è soltanto la ricetta, e il metodo di cottura, per il resto, nulla! 
Nonostante sia trascorso pochissimo tempo dall’ultimo panettone, in vista dei festeggiamenti del Carnevale, che si avvicinano, cuochi, pasticcieri, mamme, nonne, zie,.. si stanno già cimentando nelle prime ‘sfornate’ di chiacchiere che regalano una piacevole e allegra atmosfera. C’è chi alla ricetta tradizionale aggiunge del marsala, chi del liquore, o del vino bianco o ancora dell’anice, oppure acquavite, insomma, ognuno, nel corso del tempo ha personalizzato in qualche le proprie chiacchiere per renderle ancora più speciali e saporite. 
Noi vi proponiamo, intanto, una ricetta classica e gustosa che speriamo sia gradita! 
Farina       400 g              Sale 1 pizzico                                                                                                                                                                                               
Uova         3                     Limone ½ scorza grattugiata
Zucchero  50g                 Olio e Zucchero a velo q.b.
Burro        50g
Mescolare le uova con lo zucchero, aggiungere il burro fuso, la scorza, poi la farina e il pizzico di sale fino ad ottenere un impasto abbastanza elastico.                                                                               Stenderlo sottile e tagliare dei rettangoli con un tagliapasta rigato.  Friggere in olio di semi caldo, asciugare su carta assorbente e spolverare di zucchero a velo.Non resta che mettervi a fornelli! Attendiamo notizie delle vostre chiacchiere!