About Frodi Alimentari

Frodialimentari.it - il portale sugli illeciti agroalimentari

SEQUESTRATI 61 KG DI PRODOTTI ITTICI, PER MANCANZA DI TRACCIABILITÀ.

SEQUESTRATI 61 KG DI PRODOTTI ITTICI, PER MANCANZA DI TRACCIABILITÀ.

I Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare (R.A.C.) di Salerno, nel corso di servizi nella provincia di Salerno, finalizzati alla sicurezza alimentare ed a contrastare manovre speculative sulle merci, hanno ispezionato 8 ditte della Grande Distribuzione Organizzata (G.D.O.) e del commercio al dettaglio e all’ingrosso di prodotti alimentari. Dai controlli sono emerse violazioni in materia di tracciabilità, che hanno condotto al sequestro di 61 kg di prodotti ittici freschi. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria il RAC di Salerno ha monitorato 86 aziende operanti nella distribuzione alimentare, al fine di scongiurare un pretestuoso aumento dei prezzi ed eventuali frodi sulla qualità dei prodotti posti in vendita. I riscontri sinora effettuati hanno messo in luce […]

Carabinieri NAS: migliaia di mascherine e gel irregolari tolti dal commercio – oscurato un altro sito internet

Carabinieri NAS: migliaia di mascherine e gel irregolari tolti dal commercio – oscurato un altro sito internet

In tutta Italia, i Carabinieri del NAS continuano a vigilare sul commercio di mascherine e gel igienizzanti. Negli ultimi giorni, infatti, i NAS di Palermo, Firenze, Padova e Napoli, hanno sequestrato un totale di ben 11.681 confezioni di disinfettante per le mani e oltre 330.000 dispositivi individuali per la protezione del viso. In tale ambito, particolarmente incisivo è stato l’operato dei NAS di Firenze che, nel corso di due diversi controlli, ha sequestrato mascherine per un valore di mezzo milione di euro e deferito in stato di libertà una persona per frode in commercio. L’indagata, già segnalata all’Autorità Giudiziaria per manovre speculative, è stata infatti sorpresa a vendere mascherine protettive […]

Nas: Raffica di denunce per frode – continuano i sequestri in tutta Italia

Nas: Raffica di denunce per frode – continuano i sequestri in tutta Italia

Gli accertamenti svolti dal Nas di Perugia tesi a reprimere azioni illegali nel periodo di emergenza sanitaria ha portato alla luce un ingente commercio di mascherine chirurgiche – classificate come dispositivi medici – e mascherine protettive – classificate come dispositivi di protezione individuali – corredate da certificati di conformità risultati falsi. Tre i legali rappresentanti di altrettante società denunciati alla Procura della Repubblica di Perugia per frode in commercio, frode in pubblica fornitura e uso di atto falso, che avevano dato vita ad un giro di affari del valore di oltre 4,1 milioni di euro. Uno dei tre denunciati, da solo aveva commercializzato a privati ed enti pubblici (ospedali, Asl, […]

oscurato sito web che vendeva medicinali antivirali per la terapia del COVID-19 – continuano i sequestri di dispositivi irregolari

oscurato sito web che vendeva medicinali antivirali per la terapia del COVID-19 – continuano i sequestri di dispositivi irregolari

Medicinali in vendita per il trattamento sintomatico dell’HIV e in sperimentazione per il COVID-19 venduti su di un sito internet a prezzi stracciati. Questo è quanto scoperto dalla Reparto Operativo del Comando CC per la Tutela della Salute al termine di una attività info-investigativa condotta sul web per il contrasto alle nuove sostanze psicoattive e al cybercrime farmaceutico, in particolar modo nell’attuale emergenza sanitaria. Il sito internet oggetto di indagine vendeva on-line, a prezzi assolutamente accessibili, medicinali antivirali e ad azione dopante soggetti a prescrizione medica obbligatoria sul territorio nazionale. In particolare erano stati posti in offerta antivirali utilizzati per il trattamento conclamato da sindrome da HIV ed attualmente sperimentato […]

NAS Reggio Calabria: deferiti due commercianti in stato di libertà

NAS Reggio Calabria: deferiti due commercianti in stato di libertà

Il NAS di Reggio Calabria ha deferito due persone all’Autorità Giudiziaria. Gli indagati sono i proprietari di due macellerie reggine e sono accusati di aver preparato e commercializzato prodotti carnei contenenti addittivi irregolari. La legislazione europea, infatti, proibisce l’uso di determinati ingredienti che, sebbene non costituiscano un pericolo diretto per la salute, tendono a trarre in inganno il consumatore, mantenendo a lungo il colore originario di determinati prodotti e ingannando, quindi, sulla loro reale freschezza.

SEQUESTRATI 40 KG DI PRODOTTI ITTICI, PER MANCANZA DI TRACCIABILITÀ.

SEQUESTRATI 40 KG DI PRODOTTI ITTICI, PER MANCANZA DI TRACCIABILITÀ.

I Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare (R.A.C.) di Salerno, collaborati dall’Arma territoriale e dalle competenti AASSLL, nel corso di servizi in provincia di Salerno e Caserta, finalizzati alla sicurezza alimentare ed a contrastare manovre speculative sulle merci, hanno ispezionato 23 ditte della Grande Distribuzione Organizzata (G.D.O.) e del commercio al dettaglio e all’ingrosso di prodotti alimentari. Si tratta di una tipica attività operativa della specialità dell’Arma, intesa a garantire la tutela del consumatore, ancor più richiesta in questo periodo di emergenza da pandemia. Dai controlli sono emerse violazioni in materia di tracciabilità che hanno condotto al sequestro di 40 kg di prodotti ittici congelati.

Macello illegale deferito titolare alle forze dell’ordine

Macello illegale deferito titolare alle forze dell’ordine

Nei giorni scorsi il NAS di Catania, nell’ambito di una serie di controlli finalizzati a verificare la sicurezza dei prodotti alimentari pasquali, ha deferito in stato di libertà il titolare di un’azienda agricola. L’indagato è accusato di aver macellato capi ovicaprini in un mattatoio privo di registrazione sanitaria ed in precarie condizioni igienico-sanitarie. Durante gli accertamenti, infatti, i militari hanno rinvenuto 2 carcasse di animali morti e 18 pelli appartenenti a ovini abbattuti in precedenza. Nel corso delle medesime indagini, inoltre, i militari hanno posto i sigilli anche su un altro locale abusivo, situato in un edificio attiguo all’azienda agricola, anch’esso privo dei previsti requisiti igienico-sanitari e strutturali. Il valore […]

NAS Potenza: sequestrata una tonnellata di alimenti.

L’emergenza connessa all’epidemia COVID19 non ferma i controlli dei Carabinieri del NAS nel settore alimentare. Il Nucleo di Potenza, unitamente ai colleghi dell’Arma Territoriale, ha infatti effettuato un’ispezione igienico sanitaria presso un supermercato lucano, all’interno del quale ha rinvenuto e sequestrato una tonnellata di alimenti recanti data di scadenza e termine minimo di conservazione decorsi di validità. Nel corso del medesimo controllo, inoltre, i militari hanno riscontrato numerose carenze igieniche e strutturali, nonché l’attivazione di ben 3 depositi alimentari abusivi. La gravità delle violazioni accertate ha portato alla sospensione immediata dell’attività, dal valore di 750.000 euro circa.

Nas: proseguono i controlli per contrastare le irregolarità

Nas: proseguono i controlli per contrastare le irregolarità

Continuano i controlli dei Carabinieri del NAS finalizzati al contrasto dell’emergenza epidemiologica in corso. Il Nas di Roma, sviluppando una notizia di interesse info/operativo appresa nel corso degli ordinari servizi d’istituto, ha effettuato un’ispezione presso una sartoria rinvenendo all’interno 692 mascherine di protezione delle vie respiratorie pronte per essere distribuite come DPI (dispositivi di protezione individuale) nella rete commerciale della Capitale. Dette mascherine però non riunivano i requisiti previsti dall’attuale normativa in quanto privi della necessaria documentazione e pertanto ne è stata impedita la commercializzazione. Il titolare è stato sanzionato per un valore di oltre mille euro. Sempre il NAS della capitale, inoltre, nel corso di un controllo effettuato presso […]

Napoli: blatte nel panificio. Sequestrata una tonnellata e mezzo circa di prodotti da forno

Napoli: blatte nel panificio.  Sequestrata una tonnellata e mezzo circa di prodotti da forno

Il Nas di Napoli, al termine di un controllo effettuato presso un panificio, ha sequestrato circa una tonnellata e mezzo di prodotti da forno, farine e materiale per la combustione poiché a diretto contatto con blatte ed insetti vari. Disposta la chiusura immediata dell’intera attività di panificazione in quanto priva dei requisiti minimi igienico-sanitari e strutturale previsti dalla normativa. Al titolare del panificio, denunciato alla competente Procura della Repubblica, sono state contestate le dovute violazione amministrative per un importo pari ad euro 4mila.