About Frodi Alimentari

Frodialimentari.it - il portale sugli illeciti agroalimentari

Carabinieri NAS controlli negli agriturismi del palermitano

Carabinieri NAS controlli negli agriturismi del palermitano

Il NAS di Palermo è stato impegnato in alcuni controlli nel settore degli agriturismi. In un’attività ispettiva ha sequestrato 50 kg circa di prodotti ittici e carnei rinvenuti in pessime condizioni igienico sanitarie. Il responsabile della cucina e delle procedure di autocontrollo è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Termini Imerese (PA). Lo stesso NAS, al termine di un’ispezione effettuata in provincia di Agrigento unitamente ai colleghi dell’Arma Territoriale, ha deferito in stato di libertà anche un altro commerciante con l’accusa di aver posto in vendita 30 kg di alimenti in cattivo stato di conservazione. Nella circostanza i militari hanno elevato altresì sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di […]

AGOSTO DI FUOCO I REPARTI CARABINIERI PER LA TUTELA AGROALIMENTARE SEQUESTRANO CIRCA QUATTRO TONNELLATE DI PRODOTTI ALIMENTARI E SANZIONI PER CIRCA 38.000 EURO.

AGOSTO DI FUOCO I REPARTI CARABINIERI PER LA TUTELA  AGROALIMENTARE SEQUESTRANO CIRCA QUATTRO TONNELLATE DI PRODOTTI ALIMENTARI E SANZIONI PER CIRCA 38.000 EURO.

SICUREZZA ALIMENTARE ED EROGAZIONI IN AGRICOLTURA: I MILITARI DEI REPARTI CARABINIERI PER LA TUTELA AGROALIMENTARE SEQUESTRANO CIRCA QUATTRO TONNELLATE DI PRODOTTI ALIMENTARI E SANZIONI PER CIRCA 38.000 EURO. AGOSTO 2018 I militari dei Reparti Carabinieri per la Tutela Agroalimentare (Re.T.A.) proseguono l’azione di monitoraggio e controllo nella filiera agroalimentare finalizzata al contrasto delle frodi a difesa dei consumatori e il controllo delle erogazioni pubbliche in all’agricoltura, azioni che hanno portato i militari a sequestrare: – In provincia di Forlì – Cesena, presso una società, 38 “Culatelli con Cotenna”, per un totale di 193 chilogrammi, e 500 etichette per il confezionamento poiché recanti indicazioni non consentite. La merce sequestrata ha un […]

Obbligo della etichetta per l’origine dei derivati del pomodoro.

Obbligo della etichetta per  l’origine dei derivati del pomodoro.

Da oggi, 27 agosto, entra in vigore l’obbligo di indicare in etichetta l’origine dei derivati del pomodoro. La disciplina è applicata a conserve e concentrato di pomodoro, sughi e salse composti almeno per il 50% da derivati del pomodoro. Le confezioni di derivati del pomodoro, sughi e salse prodotte in Italia dovranno avere obbligatoriamente indicate in etichetta: – il nome del Paese nel quale il pomodoro viene coltivato – il nome del Paese in cui il pomodoro è stato trasformato Nell’ottica di una massima trasparenza viene stabilito inoltre che se le fasi di lavorazione avvengono nel territorio di più Paesi possono essere utilizzate, a seconda della provenienza, le diciture: Paesi […]

NAS: e-commerce segnalate 10 persone per violazioni amministrative

NAS: e-commerce segnalate 10 persone per violazioni amministrative

Il commercio online è oggetto di controllo da parte dei Carabinieri del NAS. In particolare, i militari di Pescara hanno monitorato diversi siti di farmacie e parafarmacie con sede in Abruzzo. A conclusione delle attività sono state segnalate all’autorità amministrativa e sanitaria nove farmacisti, accusati di aver commercializzato specialità medicinali la cui vendita è prevista esclusivamente in farmacia. In Italia è, infatti, possibile l’e-commerce dei soli farmaci senza obbligo di prescrizione e dei cosiddetti farmaci da banco. Analoga attività è stata portata a termine anche dal NAS di Firenze, che ha segnalato all’autorità amministrativa la titolare di una parafarmacia, per aver illecitamente pubblicizzato e posto in vendita un farmaco attraverso […]

Carabinieri NAS: benessere animale – sanzioni e sequestri

Carabinieri NAS: benessere animale – sanzioni e sequestri

Nelle Marche, i Carabinieri del NAS di Ancona, del Nucleo Operativo Ecologico e dell’Arma Territoriale hanno effettuato il controllo di un allevamento per la vendita di cani razza “chihuahua”. La struttura, autorizzata ad ospitare un numero massimo di 61 animali, ne conteneva, invece, 574, oltre ad essere inadeguata anche sotto il profilo ambientale per la presenza di scarichi privi di autorizzazione. L’allevamento ed i cani sono stati sottoposti a sequestro amministrativo ed il titolare è stato segnalato alle competenti autorità sanitarie per l’emissione di ulteriori provvedimenti di diffida. Sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 6.400 euro. Il valore della struttura e degli animali sequestrati ammonta ad un […]

Relazione Piano nazionale OGM, i risultati del 2017

Relazione Piano nazionale OGM, i risultati del 2017

Il Ministero della salute, in collaborazione con il Centro di referenza nazionale per la ricerca degli OGM (CROGM) e l’Istituto superiore di sanità, predispone dal 2006 un Piano nazionale triennale di controllo ufficiale sulla presenza di organismi geneticamente modificati (OGM) negli alimenti, finalizzato alla programmazione e al coordinamento delle attività di controllo svolte in questo specifico settore da parte delle Autorità sanitarie regionali e provinciali, in applicazione, sia della normativa quadro del settore degli OGM, i regolamenti comunitari nn. 1829/2003 e 1830/2003, sia del regolamento CE n. 882/2004 relativo ai controlli ufficiali. Il 2017 è il terzo anno della programmazione del Piano Nazionale OGM 2015-2018. Risultati Dall’elaborazione dei dati presenti […]

Indagate 103 persone e sequestati prosciutti San Daniele Dop

Indagate 103 persone e sequestati prosciutti San Daniele Dop

Notizia non molto edificante quella resa nota ogi dalla Procura di Pordenone. Secondo quanto si apprende sono ben 103 i soggetti indagati con l’ipotesi di associazione a delinquere finalizzata alla frode in commercio per la contraffazione del prosciutto Dop San Daniele. La Procura di Pordenone ha contestato alle persone e alle società sotto inchiesta, tra cui responsabili e impiegati del macello di Aviano, allevatori, prosciuttifici, ispettori del Consorzio di tutela, numerosi reati. Alla fine della indagine sono stato posti sotto sequestro per 270 mila prosciutti, per 27 milioni di euro. La Procura ipotizza anche truffe per ottenere un contributo previsto dal piano di sviluppo rurale della Comunità europea di 400mila […]