Carabinieri NAS: sequestri e denunce in tutta Italia.

Carabinieri NAS: sequestri e denunce in tutta Italia.

Nei giorni scorsi i Carabinieri del N.A.S. di Bologna, nell’ambito della vigilanza sul commercio di alimenti etnici, hanno controllato un’azienda d’importazione di carne estera e sequestrato circa 5,5 tonnellate di carne congelata, proveniente dal Regno Unito e Olanda, poiché priva di controlli sanitari. La carne sequestrata, pari ad un valore di 110mila euro circa, era pronta per essere immessa nel commercio al dettaglio. L’azienda è stata segnalata al dipartimento di sanità pubblica che avvierà il provvedimento di sospensione dell’attività. Il NAS di Parma, ha effettuato un’ispezione all’interno di uno stabilimento di lavorazione di carni, sito nella provincia di Modena, rinvenendo circa 20mila cartoni per l’imballaggio, in pessime condizioni igienico sanitarie. […]

Smaltimento irregolare di carcasse di suino, deferito all’A.G. titolare di azienda agricola

Smaltimento irregolare di carcasse di suino, deferito all’A.G. titolare di azienda agricola

Il NAS di Parma ha scoperto un’azienda agricola ubicata nella Provincia di Reggio Emilia che, attraverso un impianto di bollitura a gasolio abusivo, procedeva arbitrariamente alla cottura delle carcasse dei suini e alla loro successiva macinazione, poi riversate nella vasca di raccolta delle deiezioni degli animali per essere destinate allo spandimento nei terreni aziendali circostanti. I militari del NAS, collaborati dai veterinari dell’ASL locale, ravvisata la pericolosità di quanto accertato, hanno immediatamente sottoposto a sequestro l’impianto di bollitura e 4175 suini da ingrasso affinché si scongiurasse il pericolo dell’utilizzo delle carcasse bollite nell’alimentazione animale. Al titolare dell’azienda, oltre il deferimento all’A.G., è stata contestata una sanzione amministrativa di 10mila euro. […]

NAS: sicurezza alimentare, blitz a tutela della salute in Puglia e Sicilia

NAS: sicurezza alimentare, blitz a tutela della salute in Puglia e Sicilia

Sebbene l’attenzione e le energie siano convogliate in direzione dell’attuale emergenza del “coronavirus”, proseguono comunque senza sosta le attività di controllo dei Carabinieri del NAS sulla sicurezza alimentare. Il NAS di Taranto ha scoperto un caseificio del circondario privo di autorizzazione perché ubicato in locali non riconosciuti dalla normativa vigente. La produzione e vendita dei prodotti lattiero caseari è stata immediatamente sospesa dall’ASL di Taranto. Il valore dell’attività ammonta a circa 1milione di euro. Stessa sorte per una pizzeria sita nella stessa provincia perché interessata da carenze igienico-sanitarie non risolvibili nel breve termine, ed un’altra nella Provincia di Brindisi a causa di problemi emersi nell’impianto di alimentazione del gas per […]

sequestrati additivi alimentari scaduti di validità

sequestrati additivi alimentari scaduti di validità

Il NAS di Bologna, nell’ambito delle consuete attività di vigilanza e controllo nel settore alimentare, ha ispezionato uno stabilimento per la produzione casearia sito in provincia di Ravenna. Nel corso degli accertamenti, i militari hanno proceduto a: – sequestrare circa 40 litri di additivi alimentari (sufficienti per la lavorazione di 6000 litri di latte), in quanto scaduti di validità; – contestare una violazione amministrativa per un valore di 2.000 euro circa; – segnalare alle autorità le irregolarità riscontrate, chiedendo di adottare nel contempo una serie di provvedimenti prescrittivi.

Sequestrato ingente quantitativo di materie prime per magimi

Sequestrato ingente quantitativo di materie prime per magimi

I carabinieri forestali di Reggio Emilia hanno sequestrato Otto tonnellate di materie prime per mangimi non conformi perché scadute e senza le autorizzazioni, due autocarri privi del permesso al trasporto di rifiuti e varia documentazione contabile e informatica. I materiali erano gli scarti derivanti da industrie dolciarie e della panificazione del Nord Italia sarebbero stati ritirati fraudolentemente da tre aziende reggiane e poi reimmessi illecitamente, tramite articolati raggiri documentali, nel mercato della zootecnia, per la produzione di mangimi e nelle centrali a biogas per la produzione di energia rinnovabile

Carabinieri Salerno: sequestrata carne fresca priva di tracciabilità

Carabinieri Salerno: sequestrata carne fresca priva di tracciabilità

Carne fresca ma priva di informazioni su tracciabilità e provenienza, lavorata e manipolata in ambienti non idonei dal punto di vista igienico sanitario, ritenuta quindi pericolosa per la salute dei cittadini. Ne sono stati sequestrati ben 150 quintali in uno stabilimento di macellazione della provincia di Salerno, risultata carne suina importata abusivamente e priva dei requisiti minimi di sicurezza igienico sanitaria. Il maxi sequestro è scattato nell’ambito dell’attività condotta dal NAS di Salerno unitamente ai carabinieri del Nil (Nucleo ispettorato del Lavoro) per garantire sicurezza alimentare e tutela del consumatore. Il valore del provvedimento adottato ammonta a 5.000 euro a cui si aggiungono 1.500 euro di sanzioni amministrative.

Catanzaro: denunciata una persona per aver detenuto alimenti in cattivo stato di conservazione

Catanzaro: denunciata una persona per aver detenuto alimenti in cattivo stato di conservazione

Il NAS di Catanzaro ha eseguito un controllo presso un salumificio industriale sito in provincia di Vibo Valentia. Nel corso dell’attività ispettiva, i militari hanno rilevato che all’interno della struttura non solo erano stati attivati abusivamente un laboratorio per la lavorazione di prodotti carnei ed un locale di stagionatura, ma che gli stessi ambienti versavano in gravissime carenze igieniche, tali da creare pericolo per la salubrità degli alimenti che vi erano conservati. L’Autorità Sanitaria, accertato che le condizioni dei locali non riunivano le previste condizioni strutturali, ha disposto la sospensione della struttura e ha applicato la misura del blocco del riconoscimento comunitario dell’interno stabilimento di produzione. Nel corso del controllo […]

Palermo controlli e sequestri di pane e paste

Palermo controlli e sequestri di pane e paste

Il NAS di Palermo ha segnalato la titolare di un pastificio siciliano all’autorità amministrativa. Nel corso di un’ispezione eseguita unitamente ai colleghi dell’Arma Territoriale, infatti, i Carabinieri hanno riscontrato la presenza di quasi 18 tonnellate di pasta, le cui confezioni riportavano un termine minimo di conservazione in un formato diverso rispetto a quello previsto dalla legge. La pasta, dal valore commerciale di circa 20.000 euro, è stata sottoposta a sequestro, mentre la titolare dell’attività commerciale è stata sanzionata per un valore di 2.000 euro. Nell’ambito del piano di controllo pluriennale sulla sicurezza alimentare, il NAS di Catania, nel corso di un’attività ispettiva presso un esercizio di vicinato del capoluogo etneo, […]

Una tonnellata circa di pesce sequestrata per un valore complessivo di oltre 20.000 euro

Una tonnellata circa di pesce sequestrata per un valore complessivo di oltre 20.000 euro

Nell’ambito di una più ampia strategia di controllo a livello nazionale sugli illeciti commessi nel settore della commercializzazione dei prodotti ittici, i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Ancona hanno recentemente eseguito verifiche in ambito regionale presso la filiera distributiva e gli esercizi di ristorazione al fine di tutela la salute dei consumatori. Le non conformità alla normativa vigente rilevate hanno determinato il deferimento di due titolari di azienda all’Autorità giudiziaria, la segnalazione di altre 6 persone all’Autorità amministrativa e sanitaria nonché la contestazione di sanzioni amministrative per circa 13.000 euro. In provincia di Ancona, presso un’azienda dedita alla lavorazione e vendita di prodotti ittici a supermercati e ristoranti […]

Mozzarella di Campana Dop sempre più frodi online

Mozzarella di Campana Dop sempre più frodi online

Nel corso del 2019 sono stati 1218 i controlli effettuati online nell’ambito della più ampia attività di Vigilanza che il Consorzio di Tutela mette in campo anche nell’offline. Un incremento delle attività ispettive online pari al +45% rispetto al 2018, a testimonianza di quanto sia strategico, e proprio per questo bisognoso di attenzione, il variegato mondo delle piattaforme di vendita online. L’attività ispettiva ha interessato le piattaforme più utilizzate nella vendita online (Amazon, Alibaba ed Ebay) ma anche i social media più utilizzati (Facebook e Instagram per citarne solo due). Le rilevazioni più diffuse riguardano l’utilizzo improprio del marchio Mozzarella di bufala campana: dall’imitazione e l’uso improprio, che hanno come […]