EUROSPIN ritira con urgenza dagli scaffali “RAVIOLI ZUCCA AMARETTI”

Allergia alla frutta a guscio, EUROSPIN ritira con urgenza dagli scaffali "RAVIOLI ZUCCA AMARETTI" marchiati Tre Mulini Le Nostre Stelle. Presenza accidentale di tracce di allergeni non dichiarati in etichetta. "Potrebbero causare gravi rischi per la salute"   La nota catena di supermercati ha disposto il ritiro da tutti i punti vendita della gamma dei "RAVIOLI ZUCCA AMARETTI" gr 250 marchiati Tre Mulini Le Nostre Stelle della catena Eurospin. Il motivo del ritiro, segnala Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,è la presenza di allergeni (frutta a guscio anacardi e mandorle) non dichiarati in etichetta, emerso nel corso di un controllo di routine interno da parte degli esperti dell' azienda […]

Olio extravergine .. come acquistarlo in sicurezza

È tempo do olive, passeggiando per i borghi e i paesi  italiani è possibile ammirare i gruppi di persone che con tanta solerzia e faticano raccolgono queste meravigliose perle nere o verdi per poi ottenerne  quello che viene definito uno dei principali medicinali naturali: olio extravergine di oliva  L’Italia ha nell’olio uno dei prodotti di maggiore rappresentatività. Il centro sud per  la maggiore ha da sempre basato al sua economia su quella che viene definita la triade mediterranea: olio, vite, grano. Dall’altro alto poi ci sono le grandi  imprese  straniere, che acquistando i marchi italiani danneggiano questi piccoli imprenditori che fanno della qualità la loro forza. L’olio è da sempre […]

Olio di oliva “italiano” nella bufera?

Nella rete e di sicuro domani sui principali quotidiani nazionale e non, l'attenzione è e sarà  sulle 7 imprese produttrici di olio accusate di frode in commercio. Nulla da dire la frode è stata riscontrata… ma nei titoli e nei vari aticoli  si pala di imprese italiane… ma siamo sicuri che sono imprese italiane? Non è che alune sono state acquisite da qualche gruppo straniero?

Discorso del presidente del Consiglio sul dopo Expo e sul progetto italia 2040

Ha scelto il Piccolo Teatro Grassi a Milano, Matteo Renzi, per ringraziare la città del successo dell’Expo ma soprattutto per parlare del dopo, di cosa si andrà a fare in quell’area e sulla visione strategica di un’Italia che punta all’eccellenza. Se non fosse per molte cose già fatte, puntualmente rivendicate dal Presidente del Consiglio, si stenterebbe a credere che la politica sia capace di alzare gli occhi e di guardare a quanto occorre per costruire un paese che sia ancheper le altre generazioni. E invece Renzi propone una visione affascinante che spinge chi non “ha voglia di piangersi addosso” a guardare al futuro. Parte dal rivendicare quanto fatto, dunque, “Negli ultimi 20 […]

L’Italia importerà carne di zebra e di coccodrillo dallo Zimbabwe.

Lo Zimbabwe esporterà in Italia carne di zebra e coccodrillo. Lo ha annunciato, secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg, il ministro del Commercio e dell'industria dello stato africano, Mike Bimha, incontrando la stampa nella capitale Harare. Bimha ha affermato che il suo governo ha firmato un accordo per l'export con la società El Badaoui. Secondo quanto riportato dal sito internet della società, El Badaoui Group nasce dall'iniziativa dei fratelli italo libanesi Georges e Jihad El Badaoui e "lavora nella creazione e promozione dei propri brand specializzati in prodotti di lusso innovativi, originali e senza rivali". Insomma cibi molto lontani dalla realtà culinaria nazionale, osserva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, […]

#saverummo: ora la pasta nelle mense scolastiche

Soddisfazioni trapelano dalla dichiarazioni di Federico Francesco Ferrero, vincitore della terza edizione di Masterchef oltre ad essere medico nutrizionista  che a seguito dell'alluvione avvenuta nel Sannio a ottobre 2015 aveva lanciato  Change.org una petizione a supporto del noto pastificio. A quanto si apprende dopo il lancio della petizione in cui si chiedeva di usare la nota pasta nelle mense scolastiche, una nota azienda che opera nella ristorazione collettiva ha sottoscritto l'accordo. In molte mense si mangerà pasta Rummo, ad oggi il nome dell'azienda è sconosciuta.  

Un’idea per il futuro dell’area Expo. “Si punti sullo sviluppo misto tra polo universitario e polo industriale e servizi”

Riceviamo e pubblichiamo molto volentieri il contributo sul futuro dell’Expo di Franco Donati. Presidente di Rete Mia, Missione Impresa Attiva   L’area dovrebbe avere uno sviluppo misto tra polo universitario e polo industriale e dei servizi. Concentrata solo sulla parte universitaria rappresenterebbe un aumento di spese con ipotetici ritorni sul lungo termine. Ci sono esperienze precedenti a questa che hanno avuto grande successo, cui possiamo ispirarci per un futuro dell’area Expo. Sono Sophia Antipolis ( http://www.sophia-antipolis.org/ ) e Silicon Valley ( http://www.siliconvalleyhistorical.org/silicon-valley-series film?gclid=CjwKEAiApYGyBRCg_jIstuduV8SJABCEzhZNLPaMgG9Cpfwlde5qruuJdzAEEZwmnpOYLr6iQn_EBoCqDXw_wcB ). In entrambi i casi il successo è stato determinato dall’intervento di player economici mondiali. Per il futuro dell’area EXPO occorre costruire un’ambiente in cui l’industria innovativa, […]

Linee Guida MIUR 2015” sulla educazione alimentare

“Linee Guida MIUR 2015”, configurano il quadro epistemologico nel quale collocare l’Educazione Alimentare nel Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione italiano, anche alla luce delle eredità educative e culturali di EXPO 2015. Proprio per il tipo di approccio che sostengono, è indispensabile che queste “Linee Guida” di carattere generale trovino l’attenzione non soltanto della Scuola a cui sono in primis dirette, ma anche l’interesse di tutti i soggetti diretti e indiretti, esterni alla Scuola, chiamati ad agire nell’interesse comune. In questo senso, dando continuità al metodo di lavoro partecipativo che le ha prodotte, è auspicabile una loro successiva articolazione e specificazione, ad esempio in schede tecniche monografiche, che permettano […]

IKEA ritira con urgenza dagli scaffali il mix di ” Uvetta e mandorle

IKEA ritira con urgenza dagli scaffali il mix di " Uvetta e mandorle ". Presenza accidentale di tracce di anacardi, noci e nocciole non dichiarate in etichetta. "Potrebbe causare gravi rischi per la salute"   La nota multinazionale ha disposto il ritiro da tutti i punti vendita delle confezioni di un mix di uva passa e mandorle. Il motivo del ritiro, segnala Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,è la presenza di anacardi, Brazils, noci e nocciole non dichiarati in etichetta, emerso nel corso di un controllo di routine interno da parte degli esperti dell' azienda. Nello specifico si tratta delle confezioni del lotto L33573 aventi scadenza 6 Aprile 2016. […]