CARNI CANCEROGENE COME FUMO? NO AD INUTILI ALLARMISMI

ANCHE VERDURA E PIZZA POSSONO PRODURRE IDROCARBURI POLICICLICI AROMATICI   Roma, 27 ottobre 2015 – "Evidentemente chi oggi ha interpretato il parere di ieri dallo IARC, l'Agenzia per la ricerca sul cancro, come uno stop generalizzato alla carne, non lo ha letto. Non può sfuggire, infatti, l’affermazione iniziale: la carne è un ottimo alimento che apporta nutrienti fondamentali quali le proteine ed alcuni elementi minerali" ha dichiarato Agostino Macrì, responsabile dell'Area sicurezza alimentare dell'Unione Nazionale Consumatori. "Solo alcuni trattamenti tecnologici e sistemi di cottura possono dare origine a sostanze cancerogene come le nitrosammine e gli idrocarburi policiclici aromatici. Peraltro lo studio si basa su dati epidemiologici relativi a popolazioni che […]

OMS, carne lavorata cancerogena

MDC: “Chiediamo al Ministero della Salute di comunicare ai cittadini le specifiche dello studio di valutazione dello Iarc, evitando allarmismi senza però sottovalutare l’informazione in materia di salute pubblica” Lo Iarc (Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’Oms) ha valutato la carne lavorata come "cancerogena" inserendola nel Gruppo 1 (sicuramente cancerogeno per l'uomo) delle sostanze che causano il cancro e le carni rosse nel Gruppo 2 (probabilmente cancerogeno per l'uomo). “La notizia  – dichiara Silvia Biasotto dell’Area Alimentazione del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) – sta scatenando un vero e proprio caso mediatico. L’affermazione da parte della massima autorità sanitaria a livello mondiale ha una portata ampissima per la […]

Cibo contaminato con idrocarburi

Dopo la carne rossa, l'imballaggio degli alimenti come riso e pasta è nocivo. Lo dice uno studio condotto dall' ONG Foodwatch, secondo cui molti alimenti di base contengono idrocarburi. I principali responsabili potrebbero essere le confezioni e invita le autorità per imporre nuove regole. Si vigili sul territorio nazionale     In questi giorni è difficile mangiare senza mostrare troppa diffidenza. Dopo il rapporto choc dell'OMS che classifica alcune carni come cancerogene, l'ONG Foodwatch ha pubblicato uno studio che, anche, fa rabbrividire. Secondo l'organizzazione dei consumatori, molti alimenti di base sono contaminati da idrocarburi. Secondo lo studio condotto da Foodwatch in Francia, quasi la metà dei 120 prodotti di riso […]

Granaloro ritira dal mercato il “Mascarpone “, data di scadenza errata

Granarolo ha ritirato dal mercato il formaggio "Mascarpone" gr. 500 perchè la confezione riporta una data di scadenza errata. Il lotto riporta sull'etichetta la data dell'08/12/2016, ma in realtà il formaggio scadeva un anno prima l'08/12/2015. L'annuncio è stato diffuso dai siti internet della catena di supermercati COOP e Auchan. Le confezioni non si trovano più sugli scaffali e i consumatori che lo hanno acquistato, riferisce Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,sono invitati a non consumarlo e a riportarlo al punto vendita per la sostituzione. Scheda del prodotto: Mascarpone gr. 500 di Granarolo S.p.A. lotto N5278C3. Per info contattare il numero verde Granarolo 800-848015.

Pizza crea dipendenza

 Che la pizza fosse buona oltre ad essere uno dei piatti più consumati  livello mondiale era risaputo, ma che addirittura creasse dipendenza ancora non si avevano prove. Grazie ad uno studio della Università del Michigan è stato possibile accertare tale ipotesi. Lo studio evidenzia come su 35 prodotti  ( tra cui la pizza) i partecipanti alla  ricerca sono dipendenti dal cibo come i tossicodipendenti  

Le carni rosse fanno male?…parliamone ma senza allarmismi

L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) di Lione, massima autorità in materia di studio degli agenti cancerogeni, ha inserito le carni rosse e lavorate fra le sostanze che possono causare il cancro negli uomini. Come si legge nella pubblicazione appena rilasciata sulla rivista scientifica The Lancet Oncology, dopo aver revisionato oltre 800 studi epidemiologici che indagavano l’associazione fra carni rosse e insorgenza di cancro in tutto il mondo, gli esperti IARC hanno deciso di catalogare fra i cancerogeni certi (gruppo 1) «sulla base di sufficienti evidenze che le legano al tumore del colon, le carni rosse lavorate, ovvero quelle salate, essiccate, fermentate, affumicate, trattate con conservanti per migliorarne […]

Carne.. lo sciacallaggio mediatico

Notizia di oggi è che la carne lavorata e soprattutto insaccata, secondo gli studi della OMS, è cancerogena. Molto discutibili sono alcuni articoli di giornali in cui si  si tende ad allarmare il singolo cittadino, con titoloni e notizie amplificate. Leggendo la nota dell'Oms ( Agency for Research on Cancer-IARC)  ) si evince, invece, come le carni lavorate (insaccati wuster  e similari ) sono stati elevati  quali cancerogeni ( gruppo 1 delle sostanze che causano il cancro a pericolosità più alta  ) alla stessa stregua della sigaretta ma solo in caso di uso eccessivo. Ma chi è che mangia un chilo di carne al giorno per 365 giorni all'anno? Ma […]

Magnate n’emozione”, mostra evento sulla dieta mediterranea

 L’emozione del cibo, l’emozione della cultura. Start ore 10.30 del 29 ottobre 2015 presso il Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore (in Vico San Domenico Maggiore, 18 – 80134 Napoli): al via “Magnate n’emozione”, all’insegna del cibo e della cultura. L’evento, organizzato dalla Fondazione ITS BACT – Tecnologie innovative per i Beni e le Attività Culturali e Turistiche, in collaborazione con Espin srl, il Polo Formativo Turistico Ticket ed AppTripper srl, si svolgerà nella splendida cornice del Complesso di San Domenico Maggiore, per celebrare la Dieta Mediterranea e il patrimonio storico-artistico-culturale della Regione Campania, e per informare sul nuovo protocollo per la sicurezza alimentare e l’impatto della salute sugli alimenti […]

Halloween: decalogo

Anche se non si raggiungono i valori dell’UK ( 400 milioni di euro)e degli Usa (8 mld dollari ), in  Italia Halloween vale intorno ai 300 milioni di euro. Un mercato in forte espansione che non teme la crisi, non solo zucche ( non molti sanno che uno dei principali esportatori di zucche è un riminese di 26 anni che riesce a produrre circa 50 Mila zucche a un prezzo che vaia da 1 euro a 7 euro , in base alla grandezza) ma anche dolci e costumi. Il 31 è l’occasione per grandi e piccini di fare festa, festa molto criticata ma  nel tempo ha preso piede anche  in […]