NAS Cosenza: denunciati i titolari di un villaggio turistico per aver somministrato acqua non potabile

NAS Cosenza: denunciati i titolari di un villaggio turistico per aver somministrato acqua non potabile

Il NAS di Cosenza, al termine di un’attività di indagine, ha deferito all’Autorità Giudiziaria i legali rappresentanti di un villaggio turistico calabrese. Nel corso degli accertamenti presso la struttura, infatti, i militari hanno verificato che i due indagati si approvvigionavano di acqua corrente da due pozzi artesiani abusivi le cui acque, analizzate dal laboratorio dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria (ARPACAL) di Cosenza, sono risultate essere non idonee al consumo umano per la presenza di batteri.

NAS Bologna: sicurezza alimentare, sequestrati oltre 400 kg di alimenti in località turistica.

NAS Bologna: sicurezza alimentare, sequestrati oltre 400 kg di alimenti in località turistica.

Il NAS di Bologna, nel corso di un’ordinaria attività ispettiva, ha accertato presso un ristorante in località balneare, gravi carenze igieniche e strutturali tali da richiedere l’emissione di un provvedimento di chiusura della struttura da parte dell’Autorità Sanitaria. I militari hanno anche sequestrato 406 kg di alimenti di varia tipologia del valore di circa 10mila euro. Al titolare sono state contestate violazioni amministrative per un totale di 4500 euro.

NAS: sequestrate 30 tonnellate di prodotti alimentari di origine animale

NAS: sequestrate 30 tonnellate di prodotti alimentari di origine animale

Il NAS di Padova ha sequestrato amministrativamente 30 tonnellate di prodotti alimentari di origine animale (carne bovina, polmoni e frattaglie) sprovvisti di documentazione attestante la rintracciabilità ed etichettatura. I beni sequestrati, il cui valore complessivo ammonta a quasi mezzo milione di euro, sono stati affidati al responsabile delle procedure di autocontrollo in attesa delle decisione delle Autorità. Il NAS di Udine ha effettuato delle indagini finalizzate al contrasto delle frodi e degli illeciti ai danni dei consumatori. In tale ambito, i militari friulani, unitamente a personale dell’Azienda Sanitaria di Udine si sono recati presso un salumificio, ove hanno effettuato: * il sequestro penale di quasi 4.000 confezioni di wurstel e […]

NAS: sospesa un’attività commerciale dal valore di 200.000 euro – deferita la proprietaria di un ristorante all’Autorità Giudiziaria

NAS: sospesa un’attività commerciale dal valore di 200.000 euro – deferita la proprietaria di un ristorante all’Autorità Giudiziaria

Il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Piacenza ha emesso un’ordinanza di sospensione dell’attività commerciale nei confronti di una pescheria sita in provincia di Piacenza. Il provvedimento scaturisce da una segnalazione ad opera del NAS di Parma i cui militari, nel corso di un’ispezione igienico sanitaria, avevano accertato la presenza di gravi carenze igienico sanitarie, gestionali e strutturali. Il legale rappresentante dell’attività, una donna di origini piacentine, è stata sanzionata per un importo pari a circa 2.000 euro, mentre il valore del provvedimento di sospensione ammonta a 200.000 euro. Il NAS di Ancona ha deferito la proprietaria di un ristorante marchigiano alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di […]

NAS di Taranto: controlli a tappeto nel settore alimentare

NAS di Taranto: controlli a tappeto nel settore alimentare

Negli ultimi giorni, i militari del NAS di Taranto sono stati impegnati in una serie di controlli a tappeto che hanno avuto come obiettivo il settore degli alimenti. A seguito di un’ispezione effettuata presso un supermercato, i militari pugliesi hanno deferito in stato di libertà la responsabile legale della struttura, accusata di aver detenuto 2.055 confezioni di bibite (analcoliche ed alcoliche), 132 bottiglie di olio e 324 confezioni di latte, in cattivo stato di conservazione, poiché stoccate all’interno di un locale deposito mantenuto in gravissime condizioni igienico-sanitarie e strutturali. Il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale di Taranto, invece, su segnalazione del NAS, ha sospeso l’attività di un bar dal […]

NAS Bari: sequestrati quasi 6.000 contenitori alimentari irregolari

NAS Bari: sequestrati quasi 6.000 contenitori alimentari irregolari

Continuano i controlli del NAS di Bari nei confronti di ditte all’ingrosso specializzate nel commercio di Materiali e Oggetti a Contatto con gli Alimenti (MOCA). In tale ambito, i militari pugliesi hanno sottoposto a sequestro amministrativo quasi 6.000 contenitori in cartone per il trasporto di pizza poiché gli stessi, a seguito di alcune analisi di laboratorio effettuate dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, risultavano contenere una sostanza non autorizzata. Il valore della merce oggetto del sequestro è di 2.500 euro circa. I responsabili legali delle ditte produttrici saranno sanzionati per un valore complessivo di 60.000 euro.

Carabinieri NAS Lecce: arrestate 11 persone per vino adulterato.

Carabinieri NAS Lecce: arrestate 11 persone per vino adulterato.

Nella giornata odierna il NAS Carabinieri di Lecce e l’ICQRF Unità Investigativa Centrale di Roma, con i militari dei Comandi Provinciali di Lecce, Brindisi, degli altri competenti per territorio (Salerno, Napoli, Roma, Caserta, Chieti) e collaborati da molteplici NAS, nonché ispettori degli Uffici territoriali dell’ICQRF, supportati dall’alto da un velivolo del 6° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Bari, hanno dato esecuzione all’ordinanza con cui il G.I.P. del Tribunale di Lecce su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto l’applicazione di n. 11 misure cautelari personali di cui n. 6 in carcere e n. 5 agli arresti domiciliari, nonché il sequestro preventivo di n. 4 aziende e l’esecuzione di n. 62 […]

Ristoranti è tempo di normare in materia,

Ristoranti è tempo di normare in materia,

I ristoranti mai come in questi giorni sono nell’occhio del ciclone a causa di irregolarità emerse dalle indagini svolte dalle forze dell’ordine sempre attive sul territorio per tutelare la salute dei cittadini e per salvaguardare le attività delle imprese sane, vera dorsale dell’economia italiana, dichiara Vincenzo Pepe. Apprendo, continua, con molto piacere che la nostra proposta di legge sulla tracciabilità degli alimenti usati per preparare i menu nei ristoranti sia stata collegata al provvedimento sulla semplificazione agricola. Finalmente, dopo anni di battaglia, potremmo ottenere una bella vittoria contro la guerra che combattiamo contro il malaffare legato al cibo.

Cibo, Paolo Russo (FI): “Anche al ristorante il consumatore ha diritto di sapere cosa mangia”

Cibo, Paolo Russo (FI): “Anche al ristorante il consumatore ha diritto di sapere cosa mangia”

“Bene la commissione Agricoltura della Camera che ha abbinato la mia proposta di legge per introdurre la tracciabilità degli alimenti usati per preparare i menu nei ristoranti al provvedimento sulla semplificazione agricola. Si tratta di un importante passo avanti verso la tutela dell’agricoltura di qualità e della salute dei consumatori”: così il deputato Paolo Russo, responsabile nazionale del dipartimento Sud di Forza Italia. “La carta d’identità del cibo offerto nei ristoranti contribuirà al consumo consapevole di ciò che viene servito a tavola ma soprattutto rafforzerà il valore del brand agricolo italiano che é noto in tutto il mondo. In più – aggiunge Russo – scoraggerà eventuali propositi fraudolenti sempre dietro […]

NAS: controlli nel settore alimentare – sequestrati quasi 4.000 ettolitri di mosto e chiuse alcune attività presso uno stabilimento balneare laziale

NAS: controlli nel settore alimentare – sequestrati quasi 4.000 ettolitri di mosto e chiuse alcune attività presso uno stabilimento balneare laziale

Il NAS di Foggia, unitamente al personale dell’Ispettorato Centrale Repressione Frodi di Bari, ha eseguito un’attività ispettiva presso uno stabilimento pugliese dedito alla produzione di prodotti enologici. Durante l’ispezione, gli operatori hanno sequestrato quasi 4.000 ettolitri di mosto “muto”, cioè mosto a cui è stata aggiunta anidride solforosa allo scopo di bloccarne la fermentazione, detenuto in assenza della documentazione amministrativa prevista dalla legge. Il valore della merce sequestrata ammonta a circa 80.000 euro. Il NAS di Roma ha invece effettuato un controllo presso uno stabilimento balneare del litorale laziale. Al termine degli accertamenti i militari hanno segnalato all’Autorità Sanitaria i legali responsabili del ristorante e del bar attivi presso la […]