Operazione Bad Juice – Scoperta maxi frode in commercio nel settore dei prodotti biologici.

Operazione Bad Juice – Scoperta maxi frode in commercio nel settore dei prodotti biologici.

L’Ispettorato Centrale Repressione Frodi (ICQRF) e i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Pisa, sono stati protagonisti di una rilevante operazione denominata “Bad Juice”, diretta dalla Procura della Repubblica di Pisa, con la collaborazione di Eurojust, che ha portato al sequestro di beni per oltre 6,5 milioni di euro in un’indagine su una maxi frode nella produzione e commercializzazione di succo concentrato di mela sofisticato con acqua e sostanze zuccherine e falsamente dichiarato come biologico di origine europea. Le indagini hanno permesso di eseguire in data odierna 9 ordinanze di custodia cautelare in carcere. L’operazione non solo ha bloccato oltre un milione e 400mila […]

NAS Palermo: confezionava lumache in casa. Denunciato

NAS Palermo: confezionava lumache in casa. Denunciato

Commercializzava e pubblicizzava come prodotti locali, lumache in realtà provenienti dall’estero. Questo il motivo che ha spinto il titolare di un allevamento di lumache di produzione propria, a celare presso la propria abitazione un laboratorio di confezionamento di lumache. Mentre nell’azienda venivano ufficialmente allevate e confezionate lumache nostrane, in casa, lontano da occhi indiscreti, l’allevatore confezionava partite di lumache provenienti dall’estero ma che venivano ugualmente etichettate come prodotti locali. Sequestrato il laboratorio abusivo con annesse attrezzature e le etichette che fraudolentemente veniva apposte.

NAS Pescara: sequestrati 1.880 kg. di olio extravergine

NAS Pescara: sequestrati 1.880 kg. di olio extravergine

Ammonta a 1.880 kg. il sequestro cautelativo sanitario di olio extravergine di oliva di produzione greca operato dal NAS di Pescara nel corso di servizi opportunamente pianificati nel settore degli oli vergini di oliva svolti in collaborazione col Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari. Alla legale rappresentante dell’oleificio, tra l’altro risultato privo dei requisiti minimi di igiene e strutturali, sono stati contestati lo stoccaggio dell’olio extra vergine in serbatoi mancanti delle necessarie certificazioni nonché il trasporto dell’olio in veicoli mai registrati presso la competente Asl. Per ultimo, la titolare è stata diffidata per rimuovere le non conformità riscontrate.

Bologna, controlli a società d’importazione di alimenti etnici

Bologna, controlli a società d’importazione di alimenti etnici

Sempre molto attivi i NAS nel settore degli alimenti in ogni stadio della filiera e particolare attenzione viene rivolta agli alimenti etnici. Il NAS di Bologna infatti ha proceduto ad ispezionare due attività di importazione di alimenti etnici gestite da due persone, padre e figlio, di origine turche. Al termine dei controlli, i Militari hanno sequestrato 7 tonnellate di kebab, in stato di congelazione, importati dalla Germania e risultati non notificati all’UVAC (Uffici Veterinari per gli adempimenti comunitari) e pertanto sottratti ai previsti controlli sanitari. Segnalati all’Autorità Sanitaria i due titolari ai quali sono state elevate anche sanzioni amministrative per un importo complessivo di € 6.000.

NAS Roma: centri commerciali e esercizi di ristorazione sotto osservazione

NAS Roma: centri commerciali e esercizi di ristorazione sotto osservazione

I Carabinieri dei NAS stanno attuando un’ampia strategia di controllo agli esercizi di ristorazione posti all’interno dei centri commerciali, luoghi che richiamano una notevola affluenza di consumatori. In tale ottica, il NAS di Roma ha posto la sua lente d’ingrandimento su 14 attività presenti all’interno di un centro commerciale in zona nord est della Capitale. Per alcuni di essi, i militari hanno accertato: etichettatura di alimenti non conforme; carenze igienico-sanitarie; 55 kg di alimenti privi di tracciabilità, immediatamente sottoposti a sequestro. Ai responsabili, segnalati alle Autorità sanitarie ed amministrative, sono state contestate violazioni amministrative pari a 5.600 euro.

NAS: controlli nel comparto alimentare – chiusi due stabilimenti e denunciate due persone all’Autorità Giudiziaria.

NAS: controlli nel comparto alimentare – chiusi due stabilimenti e denunciate due persone all’Autorità Giudiziaria.

Il Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL di Foggia – SIAN Area Nord – ha sospeso l’attività di un’azienda conserviera. Il provvedimento è scaturito a seguito di un controllo da parte dei Carabinieri del NAS di Foggia i quali hanno segnalato che l’attività impiegava, per la produzione delle conserve vegetali, acqua priva del prescritto giudizio di idoneità al consumo umano. Il valore dell’infrastruttura sospesa è di circa mezzo milione di euro. Il NAS di Bologna ha proceduto al controllo di due diversi stabilimenti per il commercio all’ingrosso di alimenti congelati. Nel corso degli accertamenti, i militari emiliani hanno: sequestrato circa 4 tonnellate di kebab (valore 10.000 euro) importato senza la […]

Cibi etnici. Metà dei ristoranti presentano irregolarità. Sequestri per oltre 128 tonnellate.

Cibi etnici. Metà dei ristoranti presentano irregolarità. Sequestri per oltre 128 tonnellate.

“Cibi scaduti, scongelati e ricongelati, mancato rispetto delle norme igieniche, etichette incomprensibili, importazioni vietate. Ben vengano le cucine etniche, a tutti piace il sushi, ma “all you can eat” non può fare rima con rischio di intossicazione alimentare: le regole valgono per tutti. Non si mette a rischio la salute dei cittadini con pratiche illegali per mantenere i prezzi stracciati. Spesso manca la conoscenza del nostro sistema di regole che è tra i più avanzati a livello mondiale e su questo bisogna lavorare. Grazie ai nostri Carabinieri del Nas che fanno luce su un settore in grande espansione e di grande richiamo soprattutto per le generazioni più giovani. A tutela […]

NAS Bologna: lotta alle frodi, sequestrate oltre 8 tonnellate di uova con scadenza falsificata

NAS Bologna: lotta alle frodi, sequestrate oltre 8 tonnellate di uova con scadenza falsificata

Sempre alta l’attenzione dei Carabinieri dei Nuclei Antisofisticazione e Sanità sulla sicurezza alimentare ed il contrasto alle contraffazioni. Il NAS di Bologna, a conclusione di un’attività ispettiva in centro di imballaggio uova della Provincia di Ravenna, ha deferito all’A.G. il legale responsabile per il reato di frode in commercio, per aver falsificato la data di scadenza di 138mila uova con l’intento di allungarne vita commerciale, fornendo al consumatore una falsa informazione sulla reale qualità del prodotto. L’intero quantitativo, dal valore di 50mila euro circa, è stato sottoposto a sequestro e sotratto al consumo.

SEQUESTRI DA PARTE DEGLI UOMINI DEI RAC DENUNCIATA 1 PERSONA PER FRODE IN COMMERCIO

SEQUESTRI DA PARTE DEGLI UOMINI DEI RAC DENUNCIATA 1 PERSONA PER FRODE IN COMMERCIO

Nel corso delle ultime settimane, i Carabinieri dei Reparti Tutela Agroalimentare (RAC) hanno svolto ispezioni finalizzate alla verifica del rispetto delle norme di settore nella filiera agroalimentare, riscontrando violazioni di carattere penale e amministrativo a carico di 13 aziende. In particolare:  in provincia di Vercelli e Milano, rispettivamente:  presso un’azienda agricola, si è proceduto al sequestro amministrativo di 145 litri di vari prodotti fitosanitari, per violazioni in materia di conservazione ed etichettatura;  il titolare di una rivendita di prodotti tipici è stato sottoposto a diffida per accertate irregolarità in materia di etichettatura degli alimenti;  in provincia di Modena, presso un pastificio, si è proceduto al sequestro […]

Sequestrati 400 Kg. di prodotti alimentari non sicuri

Sequestrati 400 Kg. di prodotti alimentari non sicuri

​E’ di circa 2000 confezioni di prodotti alimentari, pari a circa 400 kg, l’entità del sequestro eseguito dai Finanzieri del Comando Provinciale di Rovigo nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla verifica del rispetto delle norme in materia di contraffazione, tutela del made in Italy e delle norme poste a tutela dei consumatori . Nella mattinata di ieri, infatti, una pattuglia di finanzieri della Tenenza di Lendinara ha eseguito un accesso in un supermarket di prodotti alimentari gestito da un cinese – H. L. di anni 47 -, ubicato in Badia Polesine, dove ha, tra l’altro, proceduto al controllo degli alimenti esposti sugli scaffali. L’ispezione ha […]