NAS: controlli ai locali notturni

NAS: controlli ai locali notturni

I carabinieri del Nas di Trento, in collaborazione con i Militari della locale Stazione, hanno denunciato il legale rappresentante di un locale notturno per gravi irregolarità riscontrate nel corso dell’attività ispettiva. È stato infatti accertato che le uscite di sicurezza del locale erano state arbitrariamente bloccate e gli estintori in uso erano privi del previsto collaudo; inoltre, il campionamento comparativo di bevande alcoliche e spiritose che venivano somministrate nel locale, non corrispondevano con quanto indicato in etichetta ma comprovavano l’utilizzo di alcolici di scarsa qualità. Denunciato in stato di libertà anche il fratello del titolare perché trovato in possesso di uno “storditore elettrico” privo di numero di serie utilizzato come […]

NAS Lecce: fitosanitari nei pomodori, 1 persona denunciata

NAS Lecce: fitosanitari nei pomodori, 1 persona denunciata

Al termine degli accertamenti di laboratorio effettuati su un campione di pomodori prelevato presso il mercato ortofrutticolo, il Nas di Lecce ha deferito in stato di libertà la titolare di un’azienda agricola per avere prodotto e commercializzato prodotti alimentari contenenti la sostanza attiva “fenamiphos” in concentrazione superiore ai livelli massimi di residuo stabilito dalla normativa. Le sostanze attive sono componenti dei fitosanitari che trovano largo impiego in agricoltura con molteplici funzioni: dalla protezione dei prodotti vegetali da tutti gli organismi nocivi, alla conservazione dei prodotti vegetali, sino all’eliminazione delle piante indesiderate o infestanti. L’utilizzo massiccio o non corretto, può lasciare sui prodotti ortofrutticoli residui di fitosanitari oltre la soglia stabilita […]

NAS Salerno: sequestrate 5 tonnellate di materie prime impiegate nella produzione di mangimi per un valore di 1 milione di Euro

NAS Salerno: sequestrate 5 tonnellate di materie prime impiegate nella produzione di mangimi per un valore di 1 milione di Euro

Il N.A.S. di Salerno, collaborato dal personale dell’ASL locale, nel corso di un ispezione all’interno di uno stabilimento sito nella provincia di Salerno, ha sequestrato 5 tonnellate di materie prime impiegate nella produzione di mangimi quali mais, orzo, fave e bietola, privi di documentazione attestante la tracciabilità. Al termine dell’ispezione si è proceduto anche alla chiusura dell’intero stabilimento, avente una superficie di 1000 mq, per gravi carenze igienico sanitarie e strutturali. Il valore dei provvedimenti adottati ammonta a circa 1 milione di euro

NAS Salerno: effettuato il controllo di un asilo micronido

NAS Salerno: effettuato il controllo di un asilo micronido

Il NAS di Salerno ha effettuato un accesso ispettivo presso un asilo micronido campano. Nel corso del controllo i militari hanno rilevato diverse carenze igienico sanitarie e strutturali (servizi igienici, dormitorio, cucina e refettorio non idonei), nonché di sovraffollamento (presenza di bambini superiore al doppio di quella consentita). A seguito di una segnalazione dei militari operanti, il responsabile del piano di zona del comune territorialmente competente, ha ordinato: l‘immediata revoca dell’autorizzazione al funzionamento della struttura; la sospensione di tutte le attività svolte dal micronido. Il provvedimento, dal valore di circa 300.000 euro, è stato adottato a causa delle inadeguatezze e delle criticità evidenziate e anche nel merito dei potenziali pericoli […]

NAS: continuano gli accertamenti online – deferite tre persone in stato di libertà

NAS: continuano gli accertamenti online – deferite tre persone in stato di libertà

Il NAS di Milano, nell’ambito delle attività investigative sui fenomeni connessi al commercio on-line, al fine di individuare irregolarità o illecite modalità di vendita di farmaci soggetti a specifiche autorizzazioni, ha proceduto ad un controllo presso il Centro Logistico di una famosa azienda specializzata nella e-commerce, rinvenendo e sottoponendo a sequestro nr. 11 confezioni di un medicinale uso umano e nr. 8 confezioni della specialità per uso veterinario che erano state conferite, per la successiva vendita ai clienti, proprio nel centro logistico non autorizzato al deposito ed in assenza dei requisiti strutturali e gestionali per il trasporto delle specialità farmaceutiche. Il NAS di Parma, a conclusione delle indagini scaturite dalla […]

SEQUESTRATI DAL RAC DI TORINO 4.000 QUINTALI DI RISONE SELENIO BIO IN CATTIVO STATO DI CONSERVAZIONE.

SEQUESTRATI DAL RAC DI TORINO 4.000 QUINTALI DI RISONE SELENIO BIO IN CATTIVO STATO DI CONSERVAZIONE.

I Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare di Torino (RAC), in provincia di Pavia, in collaborazione con personale della locale Agenzia di Tutela della Salute, hanno sequestrato presso una società agricola 4.000 quintali di risone selenio bio, del valore di circa 250mila euro. La merce era detenuta in cattivo stato di conservazione e sprovvista dei requisiti igienico-sanitari. Denunciato il titolare.

NAS: controlli nel settore degli alimenti

NAS: controlli nel settore degli alimenti

Il NAS di Bari ha effettuato alcuni accertamenti investigativi su un’azienda commercializzante materiali e oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari (M.O.C.A.). Nel corso dell’ispezione, i Carabinieri hanno rinvenuto, e sottoposto a sequestro amministrativo, oltre 25.000 contenitori in cartone per il trasporto di pizza in quanto privi delle previste indicazioni per la rintracciabilità. Il valore della merce oggetto della misura è di 5000 euro. Il NAS di Parma, invece, ha svolto dei controlli nel settore della ristorazione veloce. In tale ambito, i militari emiliano hanno effettuato un’ispezione igienico sanitaria presso un’attività reggiana, ove hanno rinvenuto e sequestrato amministrativamente 2 kg di pasta confezionata e 45 litri di bevande, […]

Sequestrate oltre 20 tonnellate di alimenti

Sequestrate oltre 20 tonnellate di alimenti

​Una complessa frode alimentare quella scoperta, nei giorni scorsi, dalla Guardia di Finanza di Torino. Oltre 20 le tonnellate di alimenti che sono state sequestrate; cautelati anche i macchinari e le attrezzature industriali utilizzate per la lavorazione. 24, finora, le persone denunciate. I Baschi Verdi del Gruppo Pronto Impiego Torino, coordinati dalla Procura della Repubblica di Torino, Pool Tutela del Consumatore, hanno smantellato l’intera organizzazione criminale la quale importava dall’estero i prodotti destinati al mercato nazionale, prodotti che, una volta giunti in Italia, venivano confezionati con imballi riportanti segni e “claims” mendaci ad Altamura (BA) dove i Finanzieri della locale Compagnia hanno sequestrato 3 tonnellate di alimenti ed un ingente […]

controlli alimentari nel nord del paese

controlli alimentari nel nord del paese

I Carabinieri del NAS di Udine collaborati dal personale del competente ICQRF, nel prosieguo delle attività volte al contrasto alle frodi, agli illeciti ai danni dei consumatori ed alla tutela e qualità delle indicazioni geografiche tipiche, hanno sequestrato amministrativamente ad un’azienda del padovano 1.800 ettolitri di vino prodotto in violazione dei disciplinari (avente gradazione inferiore al limite ammesso dalla legge) per un controvalore di euro 40.000 (quarantamila). Il vino sequestrato verrà destinato alla distillazione. Il NAS di Firenze, a conclusione di un’attività ispettiva eseguita presso un deposito all’ingrosso import/export di generi alimentari di cui è titolare una cittadina cinese, ha rinvenuto e sottoposto a blocco ufficiale (divieto di immissione sul […]

Sequestrate 3mila bottiglie di acqua minerale con etichette riportanti analisi scadute di validità

Sequestrate 3mila bottiglie di acqua minerale con etichette riportanti analisi scadute di validità

Il N.A.S. di Roma, nell’ambito di controlli effettuati presso depositi di acque e bibite, ha sequestrato 3mila bottiglie, in confezioni da 1,5 lt, di acqua minerale presso uno stabilimento sito alle porte della Capitale. Le stesse riportavano le etichette con valore delle analisi irregolari, ovvero non aggiornate entro i cinque anni come previsto dalla normativa vigente. Al responsabile della ditta è stata comminata una sanzione amministrativa di euro 30mila.