Il finto Barolo? “Made in Italy”. Come il nostro autolesionismo

a cura di Antonio Selvatici Il vino in busta liofilizzato è prodotto in Italia. Nettare confuso con una bibita estiva. È autolesionismo:il finto Barolo è Made in Italy. Evidentemente, mentre la maggioranza dei produttori di vino si sforza per diffondere nel mondo l'ottimo vino e l'immagine di ciò che autenticamente è Made in Italy, altri preferiscono percorrere strade alternative. È sufficiente un clic per acquistare una confezione di Barolo liofilizzato. Oppure, a secondo dei gusti, è possibile avere le bustine di Cabernet Sauvignon, Montepulciano, Amarone oppure di «Valpolicella Style». Il procedimento è semplice: si compra il kit che contiene una busta di vino liofilizzato, le etichette da applicare alle bottiglie e il relativo tappo. Per […]

Opson III,sequestri per milioni di euro

Opson III è l'operazione congiunta di Interpol ed Europol che coinvolge 33 paesi tra   Europa, America, Africa e Asia. l'operazione è stata svolta  fra dicembre e gennaio e ha portato alla confisca fra l'altro di oltre 131 mila litri di olio e aceto contraffatti, 80 mila fra biscotti e barrette al cioccolato, 20 tonnellate di spezie e condimenti e 45 tonnellate di prodotti caseari. Secondo quanto riferito dall'Europol  in Italia, gli agenti della polizia internazionale hanno sgominato un'organizzazione che distribuiva falso champagne, con il sequestro di 60 mila bottiglie, mentre a Bangkok sono state scoperte oltre 270 bottiglie di finto whisky. I sequestri sono stati effettuati anche in Spagna […]

Sequestro presso un bar in una scuola

A  Piano di Sorrento i Carabinieri  hanno sequestrato circa 7 chilogrammi di affettati e formaggi detenuti all'interno di una Fiat 600, sprovvista delle necessarie autorizzazioni.I prodotti erano destinati  ad un bar di un  istituto scolastico dei prodotti alimentari. Nel bar, i militari hanno rinvenuto  altri 8 chilogrammi di salumi, formaggi e cornetti, anch'essi privi delle indicazioni inerenti la tracciabilità dei prodotti. I 15 chilogrammi di alimenti sono stati sottoposti a sequestro e distrutti da una ditta specializzata.

Pegaso, Fit for Future

Pegaso, Fit for Future è il progetto  finanziato dall'UE sulla educazione alimentare.  Il  progetto è gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano e coordinato dal Dipartimento di Design del Politecnico di Milano  ed è nato per sensibilizzare gli adolescenti sull’importanza di una cultura alimentare corretta, dello sport e di uno stile di vita sano. Per un maggiore coinvolgimento dei ragazzi saranno utilizzati i   videogiochi, i social networks e gli smartphone. Al progetto, partecipa una  task force internazionale e interdisciplinare che include, oltre al Politecnico di Milano, il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), il CSEM (Centre Suisse d’Electronique et de Microtechniquesa, Richerche et Developpement), l’Univerdidad de Lleida, il Gruppo Sigla S.r.l., l’Haute Ecole Specialisee de Suisse Occidentale, la Fundacio […]

Alimenta è uscito il numero di gennaio

E' stato pubblicato ed è a disposizione il nuovo numero di Alimenta. Molteplici gli argomenti trattati così come elencato nell'indice di seguito Il made in Italy a confronto con l'eterogenesi dei fini.  Il settore agroalimentare  La macellazione in azienda agricola: controllo ufficiale e destinazione delle carni F. Capelli (13) Il Regolamento (UE) n. 1151/2012 sui regimi di qualità dei prodotti agro-alimentari: luci ed ombre  Ministero della Salute (21) – Nota 17.1.14 Aromi per alimenti. D. Lvo 25.1.92 n. 107. Attuazione Dir. 88/388 e Dir. 91/71 – Nota 20.1.14 Additivi Alimentari. "Guidance document describing the food categories" su sito web Commissione UE Il numero di Gennaio è aperto da un editoriale […]

Extra Virgin Suicide – the adulteration of italian olive oil, la parola agli esperti

A seguito del caso scatenato dal New  York Times sull'olio extravergine Italiano, abbiamo chiesto ad esperti del settore cosa ne pensassero. Abbiamo quindi realizzato un pezzo che coinvolgesse i diversi attori, dobbiamo quindi ringraziare Il presidente dell'AIFOP Piero Gonnelli, Agostino Macrì ( UNC) Valeria Graziussi ( Codacons) Amedeo De Francesci ( Corpo Forestale dello Stato) Celso Paganini (Bella Vita Porta Pavino LLC  ) Vincenzo Pepe ( fareambiente) Paolo Russo ( commissione agricoltura della Camera), per il supporto fortnitoci Il redazionale completo sarà pubblicato sul numero 9 di Fareambiente Magazine, in uscita fra pochi giorni.   —————- Negli scorsi anni era già apparsa sulla stampa nazionale qualche caso di  contraffazione  e […]

Frutta e verdura, la cassazione vieta la vendita fuori il negozio

Confermata, anzi ampliata, la sentenza  che vieta la vendita di frutta e verdura fuori i locali. Questo è quanto ha deciso  la terza sezione della Cassazione, il caso è stato dibattuto dopo che un negoziante di Pomigliano d'Arco, a seguito di una senzione per aver venduto frutta e verdura fuori dei locali commercili ( su bancali fuori la porta)in violazione della legge 263/62 Il giudice lo aveva sanzionato in quanto i prodotti erano oggetti di contaminazioni a causa di agenti atmosferici. L'attuale sentenza evidenzia anche che oltre alla contaminazione  a cusa degli agenti atmosferici i prodotti erano conservati in modo non idoneo su scaffalalture che non rispettavano le norme igineiche. […]