Napoli, guerra al food street fai da te

Le forze dell'ordine  nel Napoletano hanno dichiarato guerra al cibo di strads ( food street), numerose le multe elevate. Pratica che ha un maggiore incremento ni giorni di mercato e/o durante le festività.  Bancarelle con tanto di fornaci che arrostiscono carni, verdure. Negli ultimi gioni sono state denunciate 3 persone nell'area di Sant'Antimo, per attività illecità senza nessun documento che ne attestate l'esistenza  con prodotti sprovvisti di certificazioni sulla provenienza. Le forze dell'ordine hanno evidenziato oltre la cotura dei prodotti anche  la vendita di pane "cafone" di sottolio etc. Sono state elevate multe per 5000 euro

sequestro di mozzarella nei mercati di Napoli

Presso i mercati rionali di portici, gli uomini della polizia locale hanno rinvenuto e sequestrato mozzarelle e latticini vari. Durante i controlli solo il 30 per cento delle rivendite è risultato in regola, mentre per il rimanente 70 per cento sono state elevate contravvenzioni e disposti sequestri. I prodotti sequestrati,era confezionato in un laboratorio di  Casale di Principeper essere poi   trasferito per la vendita a Portici 

La Mozzarella di Bufala Campana DOP protagonista a Identità Golose

Si conferma la felice liaison tra la Mozzarella di Bufala Campana Dop e i grandi chef; lo testimonia il successo del recente incontro che ha avuto come teatro Identità Golose, il Congresso Gastronomico milanese giunto alla decima edizione. Proprio in questa sede il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop ha infatti organizzato un happening che, oltre al Direttore Antonio Lucisano, ha visto protagonisti Gennaro Esposito e Davide Scabin, stelle indiscusse del firmamento gastronomico italiano, entrambi concordi nel sostenere che l’Oro Bianco del Sud rappresenta un’eccellenza da promuovere e proteggere in tutti i modi.“Intanto bisogna far comprendere al consumatore che esistono le mozzarelle e poi “la Mozzarella”, quella con la maiuscola – […]

ICT al servizio della tracciabilità alimentare, intervista a Francesco Marandino

La consocenza consente si difendersi da ciò che non si  conosce e non si comprende. Siamo nell'epoca dell' ICT questo ci permette di applicare a determinati fenomeni illegali uno strumento che in tempo reale consente di conoscere la realtà delle cose. Nel sistema agroaliemtare, uno delle probelmatiche principali è quello riguardanti le potenziali alterazioni  che possono compotare la relaizzazione di un prodotto. L'UE negli anni per cercare di tutelare il consumatore, anche a seguito delle grandi crisi riguardanti la sicurezza alimentare, promulgando un corpus normativo molto complesso e stringente. Oggi grazie alle ICT è possibile informatizzare tutto questo. Uno strumento molto interessante è quello relaizzato da Penelope SPA e Cisco […]

Un nostro lettore ci segnala un caso di muffe nei prodotti confezionati

Son sempre maggiori i casi che ci segnalate, inerenti ai prodotti con muffe o scadute che avete scoperto nei diversi centri di distribuzione. Quest'ultimo caso riguarda i salumi di una nota casa produttrice, U come da foto) che si vede coinvolta suo malgrado in questa "frode". Eh si, infatti chi è a rimetterci non è solo il consumatore finale, ma anche la casa madre. I casi di cattiva conservazione dei prodotti generano nei consumarori un forte senso di disagio, non solo nei confronti del supermercato o discount, ma soprattutto nella casa produttrice, generando così un allontanamento dell'acquirente nei confronti di un determinato prodotto. Nell'immaginario del consumatore finale l'immagine del prodotto […]

FIERE DI PARMA E ASSOCARNI: ACCORDO STRATEGICO PER CIBUS E CIBUS TEC

Fiere di Parma e Assocarni, l’associazione dell’industria italiana delle carni, hanno siglato un accordo strategico che prevede per il 2014 una collaborazione sinergica su due manifestazioni fieristiche: “Cibus” e “Cibus Tec – Food Pack”.  Assocarni aderisce a Confindustria e Federalimentare quale unica associazione di categoria di rappresentanza dell’industria della carni bovine, equini ed ovine (macellazione, selezionamento, lavorazione, trasformazione e commercio). Presidente di Assocarni è Luigi Cremonini, del gruppo Cremonini/Inalca.  L’accordo tra Fiere di Parma e Assocarni va ad aggiungersi ad altre intese strategiche raggiunte da Fiere di Parma negli ultimi anni: da Federalimentare a Ucima/Confindustria (Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il Confezionamento e l'Imballaggio), da Fiera di Colonia – […]

L’università apre alla corretta alimentazione

Che la corretta alimentazione  sia uno dei principali temi che il mondo scientifico e non stia affrontando è una cosa certa ed acclarata. Ma che addirittura alcune delle più importanti Università del Mondo organizzino corsi gratuiti è un altro. Da alcuni mesi infatti Harward, Stanford,università della California hanno organizzato corsi online gratuiti sui diversi temi legati al rapporto fra cibo e salute, alla corretta alimentazione per  bambini. questo è quanto ha riportato il Sole 24 ore cliccando sul link sottostante si potranno avere aggiori informazioni http://food24.ilsole24ore.com/2014/02/da-harvard-stanford-ecco-corsi-di-educazione-alimentare-online-e-gratis-con-coursera/

USA ritirata carne perchè infetta

In California una ditta sta provvedendo a ritirare circa quattro milioni di chili di carne. A quanto si apprende sono stati macellati  animali malati e deboli, senza ispezioni federali per poterla immetterla sul mercato. Si tratterebbe  di carne prodotta dalla Rancho Feeding Corp. di Petaluma tra l'1 e il 7 gennaio

Sicurezza alimentare. In Germania, Milupa richiama cibo speciale per i neonati prematuri‏

Sicurezza alimentare. In Germania, Milupa richiama cibo speciale per i neonati prematuri. Tutti gli altri prodotti Milupa non sono interessati dal richiamo Il produttore alimentare Milupa sta richiamando un lotto di cibo speciale per neonati prematuri.  Nel controllo di qualità è stato trovato che la polvere in questione avrebbe un contenuto di iodio più alto del previsto. Lo ha annunciato la società venerdì 7 febbraio.  L'azienda ha tuttavia sottolineato che non si deve presumere che i bambini sviluppino "sintomi insoliti".  Tuttavia, Milupa consiglia ai genitori di recarsi dal pediatra nel caso di difficoltà ad assorbire il cibo o ottusità eccezionale e stanchezza. Il cibo speciale in questione è la versione […]

4 persone a processo per il caso mozzarella blu

Dopo 4 anni, il pm incaricato di svolgere le indagini sul caso mozzarella blu, ha chiuso l'inchiesta, indicando 4 persone quali responsabili. Fra questi l'allora  ad del gruppo emiliano Granarolo, della bavarese Jaeger e della LatBri.la procura  di Torino  ha  incriminato i diversi indagati con l'accusa di vendita di alimenti non genuini come genuini e della violazione della legge 283 del 62 sugli alimenti.  Chiederà, inoltre, il giudizio anche per le società come responsabili amministrative.