Serve soda caustica al posto dell’acqua, due ragazzi in prognosi riservata

Un errore, se così si può considerare, quello fatto da un barista geovese che a quanto pare avrebbe  i due avrebbero ordinato due bicchieri d'acqua ed il barista avrebbe versato  da bere  a due ventenni    del detersivo e della soda caustica.  A quanto riportano le cronache, invece dell'acqua che avrebbero chiesto ha messo la soda caustica e il detersivo. Appena sorseggiato i due si sono sentiti male accusando un forte bruciore alla gola e all'esofago, subito soccorsi dai sanitari del 118 sono stati  trasportati in codice rosso all'ospedale   dove sono tutt'ora ricoverati in prognosi riservata.  Errore ?!? Noncuranza?! Forse non rispetto delle regole, in quanto i detersivi devono […]

Aviaria, 20 mila tacchini in procinto di essere abattuti

La Regione Veneto ha  reso noto che un'azienda di Giare di Mira sarà costretta ad abbattere circa 20 mila tacchini a seguito della scoperta  di un caso di aviaria. La Regione precisa che l'operazione è necessaria sia per evitare il contagio che nel rispetto delle norme igienico sanitarie e che non ci sono problemi per la salute degli esseri umani. L'ordinanza emessa  dispone la pulizia e disinfezione dei locali e dei veicoli utilizzati per il trasporto degli animali. 

La Carrefour ritira farina manitoba

La Carrefour ha richiamato il  lotto L 46/16 di farina manitoba in formato da 1.000 grammi con data di scadenza al 07/2017 e codice EAN 8012666020430, prodotta e confezionata da Carrefour per Simec spa. Il motivo del richiamo è da ritrovarlo nella probabile presenza di un  allergene della soia non dichiarato sull'etichetta

Ritiro del lotto 16N09 della Salsa di noci

 Il Leggo riporta la notizia di un ritiro da parte dell'azienda Bruzzone e Ferrari  del lotto 16N09 della Salsa di noci con scadenza 13/01/2017 per la presenza di Salmonella  spp. La procedura del ritiro è stata avviata anche dal Rasff. L'azienda invita quanti abbiano acquistato i prodotti a riportarli la punto vendita

LATTE E FORMAGGI IN ITALIA: ORIGINE IN ETICHETTA OBBLIGATORIA DAL 19 APRILE SU TUTTE LE CONFEZIONI

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che introduce in etichetta l'indicazione obbligatoria dell'origine per i prodotti lattiero caseari in Italia. L'obbligo scatterà dal 19 aprile 2017 su tutte le confezioni e si applicherà al latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale. Questo nuovo sistema rappresenta una vera e propria sperimentazione in Italia e consente di indicare con chiarezza ai consumatori la provenienza delle materie prime di molti prodotti come il latte UHT, il burro, lo yogurt, la mozzarella, i formaggi e i latticini.  "Vogliamo garantire – dichiara il Ministro Martina – la massima tutela e trasparenza per consumatori e produttori. Con la sperimentazione dell'origine in etichetta, […]

Sassari sequestrati 20 kg di prodotti ittici presso un esercizio etnico

Nei giorni scorsi la Guardia Costiera di Porto Torres ha sequestrato 20 kg di prodotti ittici non tracciabili ad un negoziante di origine etniche. Durante per perquisizioni gli uomini hanno rinvenuto, pronte per la vendita, numerose confezioni contenenti specie ittiche pescate senza indicazioni di provenienza, nonché prodotti congelati che non è facile trovare sulle nostre tavole, come ad esempio la murena del Giappone, pesce spatola, ombrina giapponese e pesce coltello. All'uomo è stata applicata una sanzione amministrativa di 1500 euro, per la violazione delle norme sull'etichettatura dei prodotti ittici.

Pesticidi nella camomilla: Kusmi Tea ritira tutti i lotti di camomilla dal mercato europeo.

Pesticidi nella camomilla: Kusmi Tea ritira tutti i lotti di camomilla dal mercato europeo. La decisione è a titolo cautelativo e volontario     Residui di pesticidi sono presenti in quasi la metà del cibo consumato in Europa, ma soprattutto entro i limiti di legge e, probabilmente, non hanno nessun effetto sulla salute. Ma il marchio francese Kusmi Tea ha comunicato, Mercoledì, il ritiro cautelativo volontario dal mercato europeo delle sue famose scatole di camomilla anche da negozi on line di Internet, poichè potrebbero contenere un'alta concentrazione di alcaloidi pirrolizidinici, sostanza potenzialmente nociva se assunta nel lungo periodo. Un agente dannoso che può agire sull’uomo da cancerogeno genotossico, cioè può […]

San Valentino _ web 2.0 Attenti alle truffe

In base allo studio internazionale condotto dal Centre for Retail Research per RetailMeNot sono più di 13 milioni gli Italiani, il 22% della popolazione totale, che nel 2015 hanno effettuato acquisti online generando un volume di vendite pari a 7 miliardi e mezzo di euro. Secondo l’indagine condotta da www.frodialimentari.it  gli italiani   acquistano principalmente, utilizzando le più note piattaforme di commercio online, viaggi (35%), tecnologia (32.5%) , giocattoli ( 19%) food (9%) il restante in altri prodotti.  Aumentano gli acquirenti online abituali, coloro che effettuano almeno un acquisto al mese, diventando 11,1 milioni, per una spesa media di 89 euro. Il Italia (  Osservatori Digital Innovation della School of […]

Home restaurant: opportunità o concorrenza sleale?

E' notizia di questi giorni  dell'approvazione alla Camera, e che quindi a giorni approderà al Senato  della legge riguardante gli home restaurant. Una lege molto controversa che sta suscitando la rabbia di numerosi titolari di ristorianti tradizionali, che in questa nuova forma di stutture  vede una concorrenza sleale. Il testo di legge, composto da 7 articoli, non solo definisce l'home restauranti ma fissa nel dettaglio le regole per poterlo aprire e gestire. Nel dettaglio non potranno essere superati i 500 coperti e il cuoco ochef non potrà percepire introiti superiori a 5 mila euro, inoltre le attiivtà di prenotazioni  dovranno essere effettuate tramite piattaforma online  anche il pagamento dovrà avvenire […]