Carabinieri NAS: continuano accurati i controlli della filiera alimentare.

Carabinieri NAS: continuano accurati i controlli della filiera alimentare.

Il NAS di Firenze, a seguito del risultato di alcune analisi di laboratorio effettuate su un campione alimentare, ha denunciato un cittadino extracomunitario per commercio di sostanze alimentari nocive. Gli accertamenti, eseguiti su un prodotto ittico acquisito presso un ristorante etnico, hanno evidenziato che l’alimento conteneva risultati non conformi per la presenza di un batterio. Il NAS di Catanzaro, nel corso di un’ispezione eseguita unitamente al NIL di Vibo Valentia che ha avuto come obiettivo un pub – pizzeria, ha riscontrato l’omessa attuazione del sistema di HACCP. Durante il medesimo accertamento, inoltre, i colleghi del NIL hanno riscontrato che i sei lavoratori impiegati nell’attività erano irregolari e due percepivano il […]

Mense Scolastiche, a Cagliari: una persona denunciata per frode.

Mense Scolastiche, a Cagliari: una persona denunciata per frode.

Il NAS di Cagliari ha segnalato alla competente A.G. la legale rappresentante di un’azienda affidataria del servizio mensa di un complesso scolastico sardo. La donna è accusata di aver commesso il reato di frode in commercio poiché gli ispettori del NAS, nel corso un’indagine, hanno accertato che la ditta somministrava degli alimenti differenti da quelli previsti dal capitolato d’appalto. Nelle more degli accertamenti, inoltre, i Carabinieri hanno altresì rilevato che presso il centro cottura dell’azienda venivano preparati pasti per persone celiache senza che nel manuale di autocontrollo fossero predisposte le relative procedure operative.

NAS: controlli e sequestri in tutto il paese.

NAS: controlli e sequestri in tutto il paese.

Il NAS di Palermo, grazie alla brillante collaborazione dell’Arma Territoriale, ha sequestrato circa 400.000 bottiglie d’acqua. Il sequestro, operato presso un grossista destinato a rifornire alcuni supermercati siciliani, si è reso necessario in quanto le confezioni erano esposte al calore diretto dei raggi solari, senza alcuna protezione che attenuasse gli agenti atmosferici. Il valore totale della merce oggetto del provvedimento è di quasi 200.000 euro. La legale responsabile dello stabilimento è stata segnalata all’Autorità Giudiziaria. Il NAS di Palermo ha effettuato anche delle ispezioni nel settore dell’industria ittica della provincia di Agrigento. In tale ambito, i militari siciliani hanno deferito una persona per aver detenuto oltre due tonnellate di alimenti […]

Sequestrate 400 mila bottiglie

Sequestrate 400 mila bottiglie

(ANSA) – PALERMO, 14 GEN – I carabinieri del Nas hanno sequestrato 400 mila bottiglie d’acqua minerale stoccata all’aperto in un deposito in via Giafar a Palermo perché da 20 giorni erano esposte al sole. L’acqua era nella disponibilità di una ditta che si occupa di trasporto e deposito per conto terzi. La legale rappresentante del deposito di 60 anni è stata denunciata per detenzione alimenti in cattivo stato di conservazione. Si tratta di bottiglie destinate alla grande distribuzione che, per un ritardo nella consegna, erano esposte alle intemperie. L’intervento del Nas è scattato dopo le indagini dei carabinieri della stazione di Brancaccio. “L’esposizione ai raggi solari delle bottiglie in […]

Pescatori di frodo bloccati nell’area protetta di Gaiola

Pescatori di frodo bloccati nell’area protetta di Gaiola

(ANSA) – TORRE DEL GRECO (NAPOLI), 14 GEN – Erano partiti da Torre del Greco (Napoli) con un natante, con il preciso intento di andare a recuperare ricci di mare nell’area marina protetta del parco sommerso di Gaiola, nella zona di Posillipo, a Napoli. Ma qui sono stati bloccati in flagrante dai carabinieri del nucleo subacquei e denunciati. Si tratta di due pescatori di frodo, sorpresi all’alba dai militari che hanno operato d’intesa con il nucleo Tutela Patrimonio Culturale, su richiesta del centro studi interdisciplinari Gaiola onlus (ente gestore del parco). Secondo quanto appurato dai carabinieri, i due svolgevano l’attività con un piccolo natante munito di un compressore in grado […]

Frode comunitaria, massiccia operazione nel messinese

Frode comunitaria, massiccia operazione nel messinese

L’operazione è condotta dai Carabinieri del Ros, del Comando Provinciale di Messina e del Comando Tutela Agroalimentare, ed i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Messina, coadiuvati dai militari dei Comandi Provinciali di Palermo, Catania, Enna e Caltanissetta, nell’ambito di una vasta operazione contro l’associazione mafiosa di Tortorici (Messina), operativa nell’area dei Nebrodi. La misura cautelare è stata emessa dal gip del Tribunale di Messina, su richiesta dalla locale Procura della Repubblica a carico di 94 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, estorsione, trasferimento fraudolento di valori, falso ideologico commesso da pubblico ufficiale […]

Acciughe con Vermetti

Acciughe con Vermetti

Non molto piacevole l’esperienza di una nostra lettrice che in una nota catena di GDO ( famosa per gli orari di apertura prilungati) di una città di provincia ( una come tante dell’entroterra) Benevento ( città delle Streghe) ha vissuto. Volendo cucinare qualcosa di buono e salutare ha deciso di acquistare le acciughe… una volta a casa ha scoperto però la presenza di tanti vermetti ( come da foto).  

NAS Lecce: comprava panettoni nei centri commerciali, ne faceva un restyling per poi rivenderli come artigianali.

NAS Lecce: comprava panettoni nei centri commerciali, ne faceva un restyling per poi rivenderli come artigianali.

Un pasticciere della provincia di Lecce aveva pensato bene di acquistare poco più di una quarantina di confezioni di panettoni al supermercato e, dopo averli tolti dalla confezione e rimosso l’etichetta, di rimetterli in vendita nel suo locale, spacciandoli per artigianali. I Carabinieri del NAS di Lecce, nel corso di un controllo routinario nella pasticceria, sono riusciti a risalire alla vera provenienza dei dolci natalizi e, dopo averli posti sotto sequestro, hanno denunciato in stato di libertà il responsabile con l’accusa di tentata frode in commercio.