NAS Salerno: controlli a 360 gradi

Il Nas di Salerno ha effettuato una vasta serie di controlli coordinati in diversi settori sanitari e alimentari.
Nello specifico, i Carabinieri campani hanno deferito un dentista all’Autorità Giudiziaria in quanto il centro odontoiatrico di cui era titolare presentava modifiche sostanziali dello stato dei luoghi rispetto all’autorizzazione rilasciata dalle autorità. La struttura è stata sottoposta a sequestro penale.

In un altro accertamento i militari, unitamente al personale veterinario dell’ASL/SA, hanno apposto i sigilli su un allevamento canino per mancanza dei requisiti strutturali previsti dalla normativa di settore, e hanno sequestrato altresì 47 cani adulti e due cuccioli in quanto non inseriti in alcun registro di carico/scarico, in violazione a quanto espressamente previsto da una legge della regione Campania.

I Carabinieri del medesimo NAS, infine, unitamente ai colleghi dell’Arma territoriale e del Nucleo CC Ispettorato del Lavoro di Salerno, hanno controllato una macelleria sita nella piana del Sele, all’interno della quale hanno sequestrato circa 120 kg di prodotti carnei privi di tracciabilità, e che hanno quindi proceduto a chiudere a causa delle precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali rilevate.

Il valore complessivo dei provvedimenti adottati dai Carabinieri nel corso delle tre ispezioni ammonta a circa 700.000 euro.