Natale ingenti sequestri dei NAS

Nel corso delle festività natalizie appena trascorse, i Carabinieri del NAS hanno intensificato i controlli sulla sicurezza alimentare.
In tale ambito, il NAS di Genova, in un panificio della Provincia di Imperia, ha riscontrato gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali del locale destinato alla panificazione, tali da non garantire la sicurezza alimentare dei prodotti da forno commercializzati. L’Autorità Sanitaria, allertata all’istante, provvedeva alla sospensione immediata dell’attività fino al ripristino delle condizioni critiche rilevate. Inoltre, al titolare, sono state contestate sanzioni amministrative per l’importo di 3 mila euro.
I Carabinieri del NAS di Parma, in una macelleria del piacentino, hanno sequestrato 177 chilogrammi di carni e prodotti di gastronomia senza alcuna indicazione sulla loro provenienza ed in parte scaduti di validità. Inoltre tale alimenti erano stoccati in locali con gravi carenze igieniche per presenza di sporco diffuso, umidità sulle pareti e vistose ragnatele. Il titolare è stato sanzionato con contravvenzioni per una somma totale di 4.500 euro.
I militari del NAS di Palermo, in un ristorante del capoluogo siciliano, hanno sequestro penalmente un intero congelatore di alimenti abusivamente sottoposti a congelazione ed in cattivo stato di conservazione. Il responsabile dell’attività, segnalato all’Autorità Sanitaria per i provvedimenti relativi alle precarie condizioni igieniche, è stato anche deferito all’Autorità Giudiziaria.
Il NAS di Perugia, in una località del circondario, ha sequestro un esercizio di gastronomia con ristorazione veloce a causa di gravi carenze igienico-sanitarie dovute a presenza di sporcizia non rimossa nel tempo, di ragnatele e blatte. Inoltre all’interno di un frigorifero sono stati trovati 10 kg. di pane invaso da muffe. I locali sono stati sequestrati amministrativamente, con conseguente sospensione dell’attività, mentre gli alimenti non idonei al consumo sono stati immediatamente distrutti.