Parte il progetto "L’orto multiculturale, i prodotti dell’orto e la contaminazione delle culture", promosso  da Cesvot di Arezzo in collaborazione con l’assessorato alle politiche sociali del Comune di Arezzo, l’associazione Donne Insieme e Legambiente. Il progetto consiste in un corso di formazione per volontari   che si propone di educare italiani e migranti, in particolare donne, alla conoscenza reciproca dei prodotti dell’orto delle varie culture di appartenenza.
 
Nel progetto il percorso del cibo è pensato "dall’orto di casa alla tavola": verranno apprese semplici nozioni di coltivazione di verdure e spezie in piccoli spazi come orti e giardini e la sperimentazione del loro utilizzo in semplici ricette tradizionali: uno stimolo a recuperare e valorizzare le risorse delle donne e a educare le nuove generazioni nella pratica di piccole coltivazioni.
Il risvolto socio-culturale è favorire l’autonomia delle donne, il recupero delle risorse di cui sono portatrici, per una cultura dello scambio, della conoscenza reciproca e per non perdere il patrimonio delle proprie culture d’origine, nella consapevolezza che l’alimentazione è una parte fondamentale della persona necessario a salvaguardare il bene primario della salute.
Le iniziative si terranno dal 13 febbraio all’11 giugno.