SEQUESTRATE 206 TONNELLATE DI PASSATA DI POMODORO SEMILAVORATA SCADUTA

II Reparto Carabinieri Tutela Agroalimentare di Salerno (R.A.C.), in collaborazione con personale del locale Nucleo Operativo Ecologico (N.O.E.), al termine di articolata attività d’indagine, ha denunciato alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore (SA) il titolare di un’azienda conserviera dell’agro nocerino-sarnese, ritenuto responsabile di tentata frode nell’esercizio del commercio.
L’imprenditore, al fine di commercializzare un’ingente partita di passata di pomodoro semilavorata già scaduta e stoccata in 935 fusti metallici, ne allungava fraudolentemente la vita (SHELF-LIFE), apponendo adesivi recanti diverse date di produzione del medesimo lotto e scadenza al mese di settembre 2019.
Sono state pertanto sequestrate 206 tonnellate di prodotto per un valore di circa 200 mila euro, impedendo di fatto l’immissione in commercio di merce con possibili profili di rischio per la salute pubblica.