Sequestrati generi alimentari in tutta Italia

I Carabinieri del NAS di Parma, presso un pastificio della Provincia di Reggio Emilia, hanno sequestrato circa 1500 confezioni di pasta fresca ripiena perché riportanti in etichetta la dicitura “prosciutto di Parma 18 mesi”, non autorizzata dal Consorzio di Tutela della denominazione protetta.

Il NAS di Padova, a seguito di attività ispettiva presso uno stabilimento di produzione mele della Provincia di Rovigo, ha sequestrato 25 tonnellate di mele Fuji e Golden privi di elementi utili a determinare l’origine dei prodotti. Inoltre gli stessi militari hanno riscontrato gravi inadempienze igienico-sanitarie per le quali l’Autorità Sanitaria ha disposto la sospensione delle attività di lavorazione e produzione.

Invece, i Carabinieri del Nucleo di Bari, nei corso dei servizi predisposti per il contrasto dell’impiego illecito in agricoltura di prodotti dannosi per la salute umana, hanno denunciato 2 persone di una azienda agricola della provincia per aver utilizzato, nei trattamenti fitosanitari su ciliegeti, senza averne informato e protetto i lavoratori dipendenti, prodotti a base di “idrogeno ciannamide” il cui impiego è vietato in ambito comunitario. I militari hanno contestato, inoltre, la sanzione amministrativa di 30 mila euro.