Smaltimento irregolare di carcasse di suino, deferito all’A.G. titolare di azienda agricola

Il NAS di Parma ha scoperto un’azienda agricola ubicata nella Provincia di Reggio Emilia che, attraverso un impianto di bollitura a gasolio abusivo, procedeva arbitrariamente alla cottura delle carcasse dei suini e alla loro successiva macinazione, poi riversate nella vasca di raccolta delle deiezioni degli animali per essere destinate allo spandimento nei terreni aziendali circostanti. I militari del NAS, collaborati dai veterinari dell’ASL locale, ravvisata la pericolosità di quanto accertato, hanno immediatamente sottoposto a sequestro l’impianto di bollitura e 4175 suini da ingrasso affinché si scongiurasse il pericolo dell’utilizzo delle carcasse bollite nell’alimentazione animale. Al titolare dell’azienda, oltre il deferimento all’A.G., è stata contestata una sanzione amministrativa di 10mila euro. Il valore del sequestro ammonta a circa 1milione 600mila euro.